Utente 782XXX
Buongiorno, a mio marito, di 29 anni, a seguito di un singolo spermiogramma e' stata diagnosticata una criptozoospermia (con 100000 spermatozoi per eiaculato, tutti non vitali) in assenza di altri parametri alterati sullo sperma (volume, fruttosio, aciso citrico, pH, viscosita' normali, no agglutinazioni, no forme immature, leucociti nella norma). L'ecografia scrotale non ha evidenziato anomalie anatomiche, e l'ecodoppler scrotale e' risultato negativo. ALla visita andrologica l'andrologo ha in realta' poi asserito che il volume dei testicoli e' lievemente inferiore alla norma (12 cm3). Inoltre ha commentato lo spermiogramma dicendo che potrebbe anche trattarsi di azoospermia, inquanto altri tipi cellulari possono essere scambiati oer spermatozoi nella conta automatica (e' mai possibile??? in un caso cosi' grave il campione non viene valutato da un operatore???)
L'andrologo ha consigliato di effettuare i dosaggi ormonali per testosterone, prolattina, FSH ed LH e, solo a seguito di una nostra insistenza, ha prescritto un secondo spermiogramma.
Ora, onde evitare di allungare indefinitivamente i tempi degli esami, in modo da avere quanto prima un quadro clinico completo che consenta di formulare una diagnosi ed eventualmente di iniziare una terapia, esistono altri esami che sarebbe bene fare? Per esempio, una spermiocultura? Un cariotipo?
Vi ringrazio anticipatamente per le risposte che mi darete.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Moiso
28% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
si vi sono altri esami che andrebbereo eseguiti congiuntamente alla ripetzione dello spermiogramma (importante la raccolta in laboratorio e non al domicilio anche se cosa non simpatica) ed alla spermiocoltura che sono fondamentali per diagnosticare una azoospermia. Il dosaggio degli ormoni come vi è stato indicato è corretto. Se anche il secondo spermiogramma confermasse azoospermia consiglierei di eseguire anche una ecografia prostato-vescicolare transrettale, un cariotipo, la ricerca delle microdelezione del cromosoma Y e la ricerca della mutazione del gene per la fibrosi cistica. Unitamente andrebbe anche eseguita una coltura sulle urine del pirmo getto, del getto intermedio e dopo massaggio prostatico (cosidetto test di Meares-Stamey) nonchè la ricerca degli Ab anti Chlamidye su siero.
Mi tenga informato.
Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore,
mi permetta di aggiungere il cariotipo come lei ha suggerito è assolutamente necessario. Visto che il volume dell' eiaculato è normale e non vi sono altri parametri fuori posto gli esami suggeriti dal collega (Stamey, Eco-transrettale), pur utili, potrebbero essere rimandati a dopo gli esami ormonali, qualora fossero per lei difficoltosi da affrontare. Su questo modo di procedere si discute, ma la medicina è bella per quello. Ci faccia sapere esito esami ormonali.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

credo che sia importante verificare se un altro esame seminale confermii dati del primo.
Una volta dimostrata una eventuale gravissima oligozoospermia, che in genere non può essere modificata, bisognerebbe vedere se ci sono gli elementi per pensare ad una fecondazione Medicalmente Assistita.
Solo In tal caso si rendono necessari molti accertamenti
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 782XXX

Iscritto dal 2008
Gentili Dottori, vi ringrazio per le vostre pronte risposte.
Mio marito eseguira' il prelievo ematico per gli esami ormonali fra una ddecina di giorni, quindi nel giro di 3 settimane dovremmo conoscerne l'esito. Verso fine mese inoltre effettuera' un secondo spermiogramma (il precedente e' stato fatto a fine ottobre) per vedere se il risultato del primo verra' confermato.
Raccogliamo il vostro suggerimento e provvederemo a prenotare anche una spermiocoltura ed un esame del cariotipo quanto prima.
Vi terremo informati.
Grazie di nuovo,
cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 782XXX

Iscritto dal 2008
Gentili Dottori,
abbiamo avuto oggi l'esito degli esami ormonali. FSH 58.7, LH 9.2, PRL 18.4, Testosterone (presumo totale in assenza di altre indicazioni) 4.14.
Il danno e' chiaramente primitivo dei testicoli. Ora, con un FSH cosi' elevato e' possibile sperare di trovare spermatozoi maturi nel testicolo, per tentare una ICSI?
C'e' la possibilita' che mio marito abbia dei valori cosi' sballati anche per via di un adenoma ipofisiario?
Grazie in anticipo per le vostre risposte. COrdiali saluti.
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

la presenza degli spermatozoi nell'eiaculato, pur se in numero così ridotto, consente di pensare alla ipotesi di programmare una Procreazione Medicamente Assistita con ICSI.
A Bologna avete a disposizione tra i migliori centri per tale procedura.
Li vi diranno quali accertamenti ulteriori effettuare.
I risultati sono abbastanza buoni, auguri !
cari saluti
[#7] dopo  
Utente 782XXX

Iscritto dal 2008
Caro Dott. Pozza,
la ringrazio per l'incoraggiante risposta. In realta' l'andorlogo a cui ci siamo rivolti (che pero' ci e' sembrato molto superficiale) ci ha spiegato che i sistemi automatizzati di analisi del liquido seminale potrebbero scambiare leucociti o altre cellule diploidi per spermatozoi immobili. La cosa in effetti ci e' sembrata strana...
Ad ogni modo, cambieremo andrologo e ripeteremo lo spermiogramma.
Cari saluti.