Utente 355XXX
Buon giorno!
Mio marito, 60 anni, è stato sottoposto ad un intervento di bypass coronarico con le vene mammarie. Operazione a cuore battente, risveglio buono e decorso postoperatorio anche buono. Ha avuto un versamento nel pericardio di 2cm. E stato trattato con colcichina e deltacortene. Per 28 giorni ha assunto deltacortene 50mg. Poi rientrato il versamento gli hanno tolto la colchicina e ridotto deltacortene a 25 mg per 7 giorni. Poi 12,5mg solo la mattina per 7 giorni e poi a scalare fino ad arrivare a 5mg per un paio di giorni.
Quando gli hanno ridotto prima volta cortisone per un giorno aveva dolore al polpaccio e gli è venuto mal di pancia(trattato con bustine noremifa).
Quando è sveso il dosaggio a 12,5mg ha dolori forti alle ginocchia e ognitanto caviglie, che non gli permettono di camminare. E si sente molto debole.
Forse non c'è nessuna relazione tra questi dolori e cortisone, ma lui questi dolori non ha mai avuti.
C'è un tipo do analisi che gli posso far fare? A chi mi deve rivolgere? Al cardiochirurgo che l'ha operato? Il medico currante ha solo alzato le spalle e gli ha detto di prendere tachipirina. Gli da sollievo ma il dolore poi torna.
Come faccio a capire che cosa provoca questi dolori?
Medicinali prescritti oltre deltacortene sono: pantorc 40, congescor, cardiospirina100, torvast20.
Grazie per qualsiasi consiglio.
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Potrebbe trattarsi di una ipopotassemia legata al cortisone , oppure ad un effetto della testina.
Faccia eseguire un prelievo dimsangue per il dosaggio degli elettroliti e del CPK totale

Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
Salve dottore
L'esami del sangue hanno risultati tutti nella norma, tranne colesterolo e trigliceridi. Transaminasi che erano alte durante ricovero si sono abbassate. Dicono che questo grazie alla riduzione del Torvast da 40 a 20mg.
Invece per abbasare colesterolo il cardiolo gli ha di nuovo prescritto torvast da 40mg e poi rifare analisi dopo 2 settimane.

Comunque il dolore alle ginocchia è passato con due tachipirine e non è più tornato. Si è presentato però da dieci giorni dolore forte alla schiena verso braccio sinistro. Fa male solo durante movimenti, tipo una scossa. Da sdraiato non lo sente. In questo caso tachipirina non gli ha fatto effetto e bustina ok ha portato solo un po di solievo. Medico curante ci ha liquidato dicendo che sono dolori reumatici ma io non ci credo. Devo andare da un ortopedico o che tipo di esami li posso far fare? Può essere effetto colaterale di qualche medicinale?
Ripeto che analisi sangue sono tutti buoni

Grazie ancora per la risposta.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se il Torvast ha innalzato le transaminasi e' opportuno cambiare statina (es rosuvastatina che normnalmente e' perfettamente tollerata).
Per cio' che riguarda i dolori alla schiena e' probabile che siano artrosici (non reumatici) ma comunque eseguirei un controllo della ecografia per valutare l'andamento del versamento pericardico.

Arrivederci

cecchini
[#4] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
Il controllo per il versamento pericardico ha fatto due settimane fa e versamento è completamente sparito. Oggi facciamo prelievo per controllare transaminasi e dopo magari propongo al cardiologo do cambiare torvast.
Per la schiena non so a chi rivolgermi
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ad un ortopedico...

Arrivederci

cecchini