Utente 225XXX
Buonasera,

Dopo mese di trattamenti inutili per curare una prostatite abatterica che mi causa de e dolore post eiaculatori, ho letto di questa nuova terapia. Puo' essere risolutiva?

P.s. Ne approfitto per porvi una domanda: mi succede che, a vescica piena, il getto urinario e' debole. Diversamente, se la vescica non è del tutto piena, il getto è normale. Entra in merito il discorso prostatite o è normale tutto cio'? Ho 24 anni.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

sulla strategia anche se non nuovissima da lei indicata, non ci sono purtroppo ancora evidenze sicure.

All'ultimo quesito un preciso e sintetico sì: è normale.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera Dott. Beretta,

premetto che ho fatto tutti gli esami possibili ed immaginabili. Ho anche una collezione non indifferente di farmaci fitoterapici ( ne avrò una ventina ). Purtroppo, non riesco a uscir fuori da questa brutta bestia.

Attualmente, oltre la criopass, esistono altre terapie per combattere questo problema?

Di andrologi ne ho cambiato ben 5. Quasi tutti mi hanno prescritto terapie simili, a partire da supposte fino ad arrivare a antibiotici via iniezione.

C'è qualcos'altro che potrei fare o rivolgermi?

Grazie



[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le ricordo che, quando sono presenti queste "problematiche urologiche”, oltre alle indicazioni terapeutiche specifiche già date, possono essere utili per la loro risoluzione alcuni consigli anche di tipo dietetico-comportamentale, quali:

1)vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè,le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perché la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore, la ringrazio per la sua ultima risposta.