Utente 417XXX
Gentili medici, da diversi anni ho una diagnosi ecografica di prostatite che risulta ingrossata e calcifica (non ho più il referto ormai molto datato).
I sintomi sono soprattutto il continuo stimolo ad urinare perché la vescica non si svuota bene.
Ho passato una visita da un urologo il quale non ha dato importanza ai dati ecografici visto che alla palpazione la prostata non appare ingrossata ritenendo la sintomatologia riferibile ad una condizione irritativa alle vie urinarie più che una problematica prostatica.
Mi sono accorto che in caso di sindromi influenzali l' urina brucia al passaggio dal pene e avverto senso di calore tra lo scroto ed il perineo.
Lamento inoltre disfunzione erettile e lieve dolore in fase di erezione.
Di nuovo dall' urologo per un chiarimento mi ha fatto una ecografia con un apparecchio portatile in cui ha refertato "calcificazioni multiple a livello del parenchima testicolo sx, volume normale, no varicocele; prostata di dimensioni aumentate, asimmetrica e con massive calcificazioni; pareti vescicali irregolari (vescica da sforzo). Consigliato studio ecografico mirato."
Mi ha inoltre prescritto Alfa Feto Proteina (ancora da fare) ed esame colturale su liquido seminale + urinocoltura.

Il risultato dell' Esame colturale del liquido seminale è ASSENZA DI SVILUPPO FLORA BATTERICA PATOGENA, ASSENZA DI MICETI
Il risultato dell' Urinocoltura è: NEGATIVO

Gradirei anche un Vs consiglio.

Cordiali Saluti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

anche a valutazioni colturali negative non si può escludere un problema infiammatorio delle vie uro-seminali, prostata compresa, a questo proposito le consiglio, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html

http://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html

Un cordiale saluto.