Utente 429XXX
Gentilissimi medici vi espongo il mio caso:
- giorno 16 novembre , dopo essermi alzato ho avvertito delle intense fitte al testicolo sinistro e al basso ventre lato sx (nelle prime ore del mattino ho trattenuto a lungo l'urina);
- giorno 18 , considerato la persistenza del dolore (si alternavano momenti di semplice indolenzimento a fitte insopportabili -2/3 volte al giorno-), in attesa della visita urologica, ho fatto un'ecografia ai testicoli, ai reni e alla vescica: tutto nella norma!
- giorno 20, persistendo i dolori nonostante l'assunzione di morniflu, il medico mi ha consiglito di prendere 20 gocce di toradol al bisogno e una compressa di lenidase al dì.
- giorno 21 finalmente ho fatto la visita urologica (con ulteriore ecografia): nulla a carico dei testicoli, piccola cisti (8mm) a carico della testa dell'epididimo DX, note di flogosi prostatica. Cura: 1 cps di permixon per 60 gg e poi per 2 settimane al mese per ancora 4 mesi e flaminase ogni 12 ore per 10 gg.
- per ulteriore scrupolo ho fatto uno spermiogramma con esito negativo.
Ora, non ho più avuto fitte acute ma solo lo stato di indolenzimento e, a tratti, dolore al tatto dell'epididimo sx (soprattutto nella parte superiore). Mi chiedo è normale che nonostante non sia stato riscontrato nulla a carico dei testicoli permanga, dopo 10 gg, il dolore al testicolo? Potrebbe trattarsi di un'infiammazione?
Preciso che in presenza del dolore al testicolo sembra che lo stesso si ritragga verso l'alto rimanendo comunque all'esterno (la differenza con il dx, che si ritrae pure, non è comunque notevole).
Vi ringrazio anticipatamente per il tempo che vorrete dedicarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Cerca nel dizionario medico il significato di

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
16% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

dalla sua descrizione sembrerebbe una infiammazione/infezione epididimaria che andrebbe valutata anche attraverso una spermiocultura, eventualmente ne parli al suo medico e quindi se poi servisse ci faccia sapere.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo dott. Maretti, la ringrazio per la celere risposta. Preciso che l'esame fatto, con esito negativo, è proprio la spermiocoltura (e non lo spermiogramma come erroneamente da me indicato).
Approfittando della Sua cortesia, vorrei sapere se :
- l'infiammazione all'epididimo si vede con l'ecografia?
- può essere conseguenza o "estensione" della prostatite?
- l'assunzione di flaminase (che da quanto ho capito è un antinfiammatorio naturale) e sufficiente? Non sarebbe opportuno associare inizialmente un antinfiammatorio classico per avere risultati "immediati"?
- ha qualche utilità l'assunzione di antibiotico in assenza di infezioni?
Tra l altro penso che la vita sedentaria che conduco (intere giornate seduto) non faccia bene!!
Ringraziandola anticipatamente, Le porgo cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
16% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
premesso che dipende quali germi sono stati ricercati, tuttavia anche se fossero stati ricercati i batteri intracellulari, i falsi negativi arrivano fino al 30% e quindi sarà lo specialista a valutare l'attendibilità dell'esame e i sintomi dopo visita obbiettiva e ora le rispondo per punti:
- generalmente un bravo ecografista è in grado di visualizzarlo
- certo potrebbe essere un'estensione del processo flogistico che inizialmente ha colpito la prostata
- come antiinfiammatorio va bene se preso tre volte al giorno
- dipende dalle mie premesse

Un cordiale saluto
[#4] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dott. Maretti, la ringrazio per il celere riscontro.
Nelle analisi non è specificato nulla, pertanto penso che siano quelle "base". Preciso che le ho fatte di mia iniziativa, il medico non le riteneva necessarie e comunque attendibili. Probabilmente considerato che il testicolo non risultava gonfio e che non ho avuto secrezioni di alcun tipo ha ritenuto di escludere l'infezione.
Comunque da 2 giorni non ho più fitte, soltanto un leggero fastidio generale (anche all'altro testicolo o al basso ventre) Magari la cura sta facendo effetto!
L' infezione può provocare disturbi a intermittenza??
Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
16% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
bene, continui la sua terapia che probabilmente era solo una infiammazione.

Ancora cordialità
[#6] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimi dott.ri,
Gentilissimo dottor Maretti,
Dopo venti giorni di "quasi serenità" chiedo nuovamente il vostro aiuto. Premesso che è un periodo di forte stress, oggi avverto nuovamente dolore al testicolo (parte superiore epididimo).Puo essere legato allo stress? Dal nulla ho percepito una contrazione del testicolo (che si è ritratto verso l alto) e tutt' ora, sebbene è tornato al suo posto avverto ancora dolore al tanto. Ho la necessità , da domani, di essere al 100% dovendo sostenere degli esami! Posso prendere qualcosa? Tra l altro sono fuori sede. Ho assunto del toradol...posso prendere altro? È consigliata una cura antibiotica con prixar (ne ho una confezione con me )? Vi ringrazio anticipatamente, se vi è possibile rispondete con celerità.
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
16% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Da questa postazione è impossibile fare una diagnosi né suggerirle una terapia, se lo desidera si consulti in diretta con lo specialista.

Cordialità