ciste  
 
Utente 405XXX
Salve dottore... sono una ragazza di 21 anni ... volevo raccontarle la mia storia con laciste sacro coccigea.. sono stata operata nel novembre 2014, con metodo aperto ben di 12 cm .. guarita in 3 mesi con zaffo e medicazioni dolorosissime...
Dopo un mese dalla guarigione ebbi problemi, e fu così che spuntó una recidiva .. allora nell aprile 2015 ho subito un altro intervento guarito in 2 mesi.. dopo la guarigione di questo intervento avevo problemi del tipo Fuoriuscita di pus e peli dalla cicatrice/ferita ma mi dicevano che non c era nulla... a dicembre 2015 torno a fare un controllo perche di nuovo pelle arrossata e pus ma mi dicono che è normale ogni tanto... adesso a periodi e sempre la stessa storia.. pensavo di liberarmi di questa cosa ma forse c e ancora???? Per esempio ora ho la parte piu bassa della cicatrice arrossata tipo un cerchio arrossato senza alcun rilievo .. ce anche fuoriuscita di pus e dolore appena mi appoggio o MI asciugo... piu sopra ce invece un piccolo brufolleto ma non fa male credo sia proprio uno stupido brufoletto dal nulla.... comunque secondo lei con questi sintomi c e ancora qualcosa all interno??? Vorrei andare a fare una visita ma non vorrei k pensano che io sia fissata perche mi da veramente fastidio... la ringrazio anticipatamente.. cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
in considerazione dei pregressi interventi e della sintomatologia riferita, e' opportuno una valutazione chirurgica per valutare l'eventuale recidiva.
In caso di necessità di reintervenire chirurgicamente, Le consiglio di prendere in considerazione la tecnica mini-invasiva.
http://www.medicitalia.it/news/chirurgia-pediatrica/6761-sinus-pilonidalis-cisti-sacro-coccigea-perche-scegliere.html
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Ma qui mi hanno sempre consigliato il metodo aperto... spero intanto che non ci sia nulla.. ma comunque in caso chiederò della tecnica mini invasiva.. a cosa consiste????? Ma secondo lei dal mio racconto ce un alta percentuale di avere un altra recidiva?
[#3] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Come Le ho detto, e' fondamentale una visita per fare una diagnosi.
La tecnica mini-invasiva consente di ridurre i tempi di guarigione, con un precoce ritorno alle attività quotidiane, e le incidenze.
http://www.medicitalia.it/blog/chirurgia-pediatrica/6157-sinus-pilonidalis-tecnica-mini-invasiva.html.
Cordiali saluti.