Utente 430XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 20 anni scrivo perché è da circa tre settimane che ho un problema che mi provoca parecchie preoccupazioni, sono giá stato dal mio medico di base il quale mi ha detto di aspettare e vedere l'evolversi della situazione. È da circa tre settimane che avverto un fastidio al testicolo destro, non sempre di uguale intensità. Tutto è iniziato una notte dove svegliandomi mi sono sentito tirare nella zona tra il testicolo e l'inguine, inizialmente pensavo fosse dovuto a uno stiramento che avevo avuto qualche giorno prima portando un grosso pacco sulle scale inciampando e rischiando di cadere, ma poi il fastidio è continuato. Dopo qualche giorno è passato, senza più pensarci. Lunedì mentre mi masturbavo ho sentito come uno strozzamento sempre a quel testicolo e da martedì il fastidio è ricominciato non finendo tuttora. Ripensandoci quella sensazione di strozzamento non mi è nuova,nel corso dell' ultimo anno per tre o quattro volte mi era giá capitata durante masturbazioni "intense". Sia adesso che tre settimane fa al tatto avverto il canaletto dietro il testicolo come ingrossato, gonfio e il testicolo in questione è posizionato verso l'alto rispetto all altro e sembra avere meno mobilità. Al tatto sento un leggero fastidio.

In settimana mi recerò nuovamente dal medico ma intanto volevo sapere da voi cosa poteva essere, su internet ho letto di tumori, torsione, sub torsione e anche di infiammazione dell epididimo, e mi sono preoccupato.

Grazie anticipatamente delle risposte,

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

da quello che ci racconta potrebbe trattarsi di una infiammazione dell'epididimo ma anche tutte le altre opzioni da lei ventilate, da questa postazione non possono essere escluse.

Bene ora far valutare in diretta il suo problema ad esperto andrologo od urologo.

Nel frattempo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html

Qui potrà trovare tutte le raccomandazioni, date dal National Cancer Institute statunitense, su come fare una corretta autopalpazione del testicolo.

Un cordiale saluto.