Utente 430XXX
Quattro anni fa avevo subito una sublussazione alla spalla (subito tornata in sede) tuffandomi in acqua e sbattendo sulla sabbia, non avevo provato dolore e la situazione si era risolta con riposo ed esercizi in breve tempo: la spalla non aveva più dato problemi.
Mercoledì mentre correvo durante una partita di calcio ho sentito (senza alcun trauma o contrasto) la spalla uscire leggermente dalla sua sede (senza dolore, solo un leggero fastidio) e rientrare un secondo dopo. Non mi sono fermato subito, ho provato a continuare a giocare, ma la spalla e' uscita e rientrata un'altra volta (sempre senza dolore). Il fisioterapista ha subito controllato che la spalla fosse tornata nella sua sede, la mobilità dell'arto era buona e non provavo dolore. Sono tornato a casa, ho messo il ghiaccio e sono andato a dormire. La mattina seguente la spalla era solo leggermente indolenzita, non provo fastidio se non compio movimenti di scatto. E tutt'ora la situazione è questa, anche indolenzimento si sta affievolendo.
Mi sono rivolto così al medico di base, che mi ha consigliato di andare da un fisioterapista e in seguito da un ortopedico. Mi sono recato da due fisioterapisti, che hanno riscontrato una Sub-lussazione e mi hanno consigliato di tenere la spalla a riposo e in seguito rinforzare la muscolatura attraverso esercizio con elastici (sospendendo allenamenti e partite per 1-2 settimane).
Puo' essere sufficiente quindi fare esercizi di fisioterapia, senza rivolgersi ad un ortopedico, dato che non provo dolore e riesco a muovere tranquillamente la spalla senza fastidio e tornare a giocare dopo sole 2 settimane di riposo (continuando comunque con gli esercizi)? Anche il nuoto può essere un buon esercizio per rinforzare la spalla? Grazie in anticipo della cortese disponibilità.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Sono proprio i casi come il suo che necessitano assolutamente di un controllo dello specialista in Chirurgia della Spalla.
Attraverso una valutazione attenta e precisa, effettuata anche mediante dei test specifici, il Chirurgo di Spalla può identificare problemi ancora in una fase iniziale e - se non fosse necessario approfondire con indagini strumentali - stabilire una adeguata terapia.
Auguri
[#2] dopo  
Utente 430XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio moltissimo della risposta. L'ecografia (che ho prenotato nei prossimi giorni su indicazione del medico di base e dei fisioterapisti) può comunque aiutare la valutazione degli esperti e dare informazioni importanti sul tipo di problema?
Il fatto che fortunatamente non senta dolore può essere considerato un segnale positivo o potrebbe invece ingannare?
Per ora la spalla non è stato immobilizzata... in quanto medico di base e fisioterapisti hanno ritenuto non fosse necessario... (e' stato un errore?) proprio perché non sentivo dolore.
Ed infine nel caso di un futuro ritorno all'attività sportiva (come spero in qualche mese...) l'utilizzo di un tutore o del kinesio taping potrebbe essere utile? (quale dei due è più funzionale in questi casi?)
La ringrazio ancora dell'aiuto.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Le risposte che lei desidera possono essere offerte solo dopo un'attenta valutazione di tutti i dati (clinici e strumentali).
E' questo il vero modo di "impostare" una corretta valutazione e una "giusta" terapia per non incorrere in errori.
Rinnovo il mio invito ad effettuare una visita del Chirurgo della Spalla.
Auguri
[#4] dopo  
Utente 430XXX

Iscritto dal 2016
Mi sono rivolto ad uno specialista della spalla, che avendola trovata in buone condizioni mi ha confermato di dover fare l'ecografia osteoarticolare per vedere la situazione di muscoli e tendini della spalla.
Oggi mi sono però recato a fare l'ecografia ed il medico (che avrebbe appunto dovuto farmi l'esame, credo un Radiologo, che tuttavia non mi ha guardato la spalla) mi ha detto che secondo lui l'ecografia (così come una semplice radiografia) non è utile nel caso di lussazioni su pazienti giovani in quanto solitamente in questi casi il problema è dovuto ad un'insufficienza del cercine, che si rileva unicamente con Artro-RM con mezzo di contrasto (quindi la risonanza?)... mentre visto che sono ancora giovani i tendini dovrebbero essere a posto.
Quindi mi ha detto per ora di non fare l'ecografia... e di risentire lo specialista ed il medico di base (che inizialmente aveva detto che la risonanza non poteva prescrivermela perché ci vogliono delle patologie particolari).
A questo punto se l'ecografia e la radiografia non sono utili e la risonanza non può essermi prescritta dal medico ma solo fatta "privatamente" dall'ortopedico (che però inizialmente non ne aveva riscontrato la necessità) cosa posso fare?
[#5] dopo  
Utente 430XXX

Iscritto dal 2016
Vorrei precisare che nei vari test effettuati dallo specialista per controllare la spalla in nessuno di questi ho provato dolore.
Inoltre io ho avuto fortunatamente solo 2 episodi di lussazione parziale in oltre 4 anni... una lesione (credo il termine sia SLAP) come quella indicata dal Radiologo non avrebbe portato ad un'instabilità maggiore o a dolore?
[#6] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Le sue considerazioni sono legittime ma, come le ho già spiegato, in questi casi è prudente un consulto dello specialista della spalla.
Auguri