Utente 397XXX
Gentile Dottore, mio padre 57 anni, non fumatore, beve solo vino a cena, ha riscontrato una sorte di alone nero sul pavimento orale sx. Il chirurgo maxillo aveva detto che poteva essere un tatuaggio da amalagama, in ogni caso la lesione è stata rimossa. Però dall’esame istologico appare che forse non era un tatuaggio. Cosa ne pensa? Come si procede in questi casi?

“Frammento di mucosa del cavo orale con fenomeni di metaplasia squamosa di un dotto salivare e infiltrato infiammatorio linfoplasmacellulare con istiociti nel connettivo sottoepiteliale associato a deposizione di pigmento pseudmelanico e pigmento amorfo esogeno”
[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Il collega consultato ha ragione,è verosimilmente una pigmentazione da amalgama,con associata una reazione infiammatoria localizzata anche al dotto escretore ghiandola salivare,come recita appunto il referto istologico.Visto che la lesione(benigna) è stata asportata,è sufficiente un controllo a distanza.
Cordialità