Utente 891XXX
Salve ho 22 anni, il mio problema è il morso profondo, o meglio direi profondissimo...
I denti superiori coprono completamente quelli inferiori, a tal punto che di notte quando stringo i denti anche se non so il perchè lo faccio, al mio risveglio ho il palato indolensito e spesso mi provoco delle ferite tipo tagli e mi sveglio con la bocca insanguinata.
Ai miei 17 anni il dentista si decide a intervenire facendomi portare un normale apparecchio per raddrizzare i denti superiori, e dopo qualche mese quando si vedeva che i denti erano più allineati mi inserisce su due molari anteriori un cerchio di metallo a forma del molare con un gancetto, dove tutte le notti mettevo delle elastichine che si agganciavano ai denti superiori. La notte soffrivo da morire e al mattino era anche peggio, sia i denti che i molari non si toccavano assolutamente e fino a mezzogiorno non ero capace nemmeno a mordere una brioche. Poi dopo un anno i denti superiori erano quasi allineati perfettamente, il problema di fondo non è cambiato almeno a mio modo di vedere, e il dentista decide di togliere tutto, anche l'apperecchio per allineare i denti superiori e mi da un altro tipo di tortura,praticamente era un palato di plastica con un filo di metallo che passava d'avanti ai denti, ma la situazione non cambia, sento sempre dolore, e ora si aggiunge anche il fatto che non potevo parlare...
Oggi dopo 4 anni il problema non è passato, anzi direi peggiorato, informandomi da alcuni tecnici, sono venuta a conoscenza che parecchi dei problemi di vita quotidiana che io ho probabilmente sono causati dai miei denti... fortunatamente ho abbandonato quel dentista che mi è sembrato poco professionale e mal aggiornato alle novità... per tornare ai disturbi, soffro di mal di schiena mal di testa, e anche qualche problema di digestione.
quando avevo 15 anni prima di affidarmi a quel dottore ero andata a farmi fare diversi preventivi e a sentire altre opinioni, e un dottore mi consigliò un intervento al palato, e al naso questo solo per estetica, perchè diceva che dopo sarebbe stato troppo sporgente, io avrei preferito l'intervento, ma essendo minorenne i miei genitori decisero che era meglio di no.
Le chiedo scusa se sono stata troppo lunga nel descriverle la mia situazione, ma volevo essere abbastanza chiara per porle le seguenti domande.
Esiste la possibilità che un intervento migliori il mio problema?
E' pericoloso? Come funziona e quanto potrebbe venirmi a costare? E in fine saprebbe consigliarmi un ottimo centro dove rivolgermi, anche se io sono della Calabria sarei disposta anche a spostarmi, pur di risolvere.
In fine volevo dirle che il lavoro del dentista è stato completamente inutile perchè l'allineamento è sparito sono tutti tornati al prorio posto accavallati.
Mi scuso ancora per essermi dilungata, spero vivamente in una sua risposta.
Le porgo distinti saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Il morso profondo -anzi, profondissimo, così come lo descrive lei- è spesso causa di molti sintomi da squilibrio muscolare (tensioni muscolari al collo,cefalee, mal di schiena). La chiave di lettura è nella posizione che la mandibola assume rispetto al cranio. Pertanto la riabilitazione del suo caso dovrebbe cominciare proprio nel determinare la posizione corretta della sua mandibola. Per fare questo ci sono diverse metodiche (io uso il criterio neuromuscolare, se vuole approfondire può visitare il sito dell'AIKECM), ma ce ne sono di altri validi purchè ad eseguirli ci sia un professionista preparato e perfezionato in gnatologia clinica. Una volta determinata la giusta posizione mandibolare questa dovrebbe essere "costretta" ad automantenersi con un ortotico, che altro non è che un riposizionatore mandibolare(bite, se preferisce),che andrebbe portato per circa sei mesi 24 ore su 24, onde consentire al sistema nervoso centrale di assimilare la nuova e corretta posizione.Durante questo lasso di tempo i sintomi tendono ad attenuarsi sino - nei casi più favorevoli e ben diagnosticati- a scomparire completamente. Trascorso tale periodo la correzione dovrebbe essere finalizzata con il trattamento ortodontico.
La saluto cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
SANTERAMO IN COLLE (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Oltre alle corrette informazioni generali fornite dal collega vorrei aggiungere rispetto alla sua domanda che non è un intervento chirurgico che può risolvere il suo problema. La terapia si avvale di altri presidi e in queste situazioni è opportuna un'attenta valutazione preliminare prima di passare alla fase "terapeutica" che normalmente segue il percorso già descritto dal collega.