Utente 423XXX
Buonasera, scrivo per il seguente consulto con il nodo in gola per il dolore che mi attanaglia. Il mio compagno, già affetto da cirrosi da epatite b con trombosi ed emorragia gastrica nel 2012, da una tac addominale di luglio è risultato un nodulo polmonare modificato rispetto ad una precedente tac. È stata prescritta tac polmonare e biopsia con broncoscopia da linfonodo. I risultati sono stati agghiaccianti. Adenocarcinoma con numerosi noduli e di diverse dimensioni, ovunque. Ieri alla visita oncologica dopo le analisi di medicina biomolecolare siamo stati liquidati con..non ci sono terapie applicabili per tutto il quadro clinico. La prospettiva è di pochi mesi. Lui nel giro di due mesi ha perso completamente massa muscolare ed è invecchiato di trent'anni (ha 55 anni). Abbandonati a noi stessi. Chiedo se per rallentare l'avanzare del cancro esiste qualche terapia non convenzionale che non vada in contrasto con la patologia epatica. Grazie..
[#1] dopo  
Dr. Antonio Silvestri
24% attività
4% attualità
12% socialità
ASTI (AT)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Logico che si tratta di un caso gravissimo ma il mio consiglio è anzitutto di non disperarsi,di intraprendere una vita di dolcezza e se possibile nella natura,intraprendere una dieta vegetariana a base di estratti di vegetli e poi,se ritenete,contattare un medico che attui terapie nn convenzionali integrate
[#2] dopo  
Utente 423XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera, la ringrazio per la risposta. Cosa intende per estratti vegetali? Perché mi risulta che in presenza di ascite non siano indicate le centrifughe. Grazie
[#3] dopo  
Dr. Antonio Silvestri
24% attività
4% attualità
12% socialità
ASTI (AT)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
veramente ho detto estratti di vegetali,non centrifughe.Non sono controindicati nè gli uni nè gli altri in caso di ascite.Naturalmente l'alimentazione deve essere equilibrata.Ha chiesto una indicazione on line.Ho già consigliato di contattare un medico non convenzionale anche considerando che le cure convenzionali sembrano noin dare purtropppo alcuna speranza