Utente 412XXX
Salve, da tempo indago sulla mia difficoltà a mantenere un erezione massima durante un rapporto. Premetto che ho avuto questo genere di difficoltà sin dal primo rapporto. Rivolgendomi al mio medico di famiglia , mi è stata subito consigliata un analisi del liquido seminale e di alcuni ormoni di cui riporto i dati:

FSH plasmatico: 2,5 mUl/ml
LH plasmatico: 3,0 mUl/ml
TESTOSTERONE : 728,4 ng/dl
DIIDROTESTOSTERONE : 604,0 pg/ml

Esame del liquido seminale(dopo 3 gg di astinenza)

CARATTERI FISICI
Volume: 3,5 mL
Aspetto: Opalescente
Viscosità: lievemente aumentata
pH : 8,0

ESAME MICROSCOPICO A FRESCO
Concentrazione spermatica 80000/mmc
Cellule della linea spermeogenetica: diverse
Emazie : diverse
Leucociti: diversi

DURATA DELLA MOBILITA'
Mobilità progressiva dopo 2h : 35% (con una freccia verso il basso)

TIPO DELLA MOBILITA'
Ottima : 20%
Buona : 35%
Scarsa: 30%
Nulla: 15%

SPERMIOGRAMMA
Forme Appuntite 9,0 %
Forme Arrotondate 1,6 %
Forme Normali 84,0%
Doppie 1,4%
Ipertrofiche 0,4%
Ipotrofiche 0,6%
Amorfe 0,3%

Indice di fertilità secondo Page-Houlding: 25,0

Ora, io non so quanto sia attendibile ,comunque, portate le analisi il mio medico è stato insospettito dalla presenza di alcuni Leucociti ed ha ipotizzato che avessi un infezione perciò mi ha prescritto un medicinale di nome 'Cefiximina' , che ho preso una volta al giorno per 7 giorni. Mi aveva detto poi di provare a riavere rapporti e vedere se fosse cambiato qualcosa, ma niente. Cosi quando sono tornato mi ha consigliato una Spermiocoltura risultata però negativa, dopodiché la sua soluzione era una terapia con Cialis 5 mg. Da qui ho fatto un passo indietro, ed ho voluto sentire uno specialista. Recatomi dall'urologo, la prima mossa che mi ha consigliato è stata un ecografia testicolare, per poter escludere eventuali patologie serie. Qui la sorpresa, l'esito dice:
REGOLARE SPESSORE DELLE BORSE SCROTALI.
NON VERSAMENTI TRANSONICI.
TESTICOLI IN SEDE SOLITA REGOLARI PER FORMA VOLUME CONTORNI ED ECOSTRUTTURA. REGOLARE LA VASCOLARIZZAZIONE PARENCHIMALE ALLA VALUTAZIONE ECO-COLOR-DOPPLER. NULLA A CARICO DEGLI EPIDIDIMI. A SX VARICOCELE DI II-III GRADO CON PRESENZA DI MARCATO REFLUSSO DURANTE LE MANOVRE DI MULLER E DI VALSALVA.

L'urologo mi ha quindi detto di operarmi il prima possibile (ho gia fissato tutto, vi aggiornerò poi sull'esito) e in più ha aggiunto che dato l'avanzato stadio del varicocele e la mia età, ce l'avrei dalla nascita. Questo in un certo senso giustificherebbe perche ho da sempre difficoltà di erezione, ma poi ha concluso dicendomi che il varicocele non è collegato all'erezione . Per quella poi mi ha consigliato Slidenafil Teva 25(reputandolo migliore del Cialis). Tuttavia mi ha anche raccontato di pazienti che dopo la rimozione del varicocele, hanno avuto un grande miglioramento delle erezioni.
Mi scuso per la lunghezza, ho cercato di riassumere per poter sentire anche i vostri pareri riguardo questo 'quadro clinico' , vi ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

allora andiamo per ordine: il suo medico le ha prescritto un esame seminale che nulla a che vedere con l'erezione del pene, tuttavia l'esame seminale che le consiglierei di ripetere prima dell'intervento perché privo di attendibilità (da rifare secondo i criteri WHO 2010) e quindi l'ecodoppler hanno evidenziato un varicocele che giustamente le hanno consigliato di intervenire.
Anche il varicocele non ha alcuna connessione con la sua erezione mentre vista la giovane età anche un consulto con il sessuologo potrebbe giovarle.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2016
Dr Maretti la ringrazio molto per la sua risposta. Provvederò a ripetere lo spermiogramma affinche possa essere attendibile, ma nel frattempo la confusione in testa è parecchia, ed i quesiti altrettanti..
È possibile avere un varicocele dalla nascita? È possibile che l'erezione migliori dopo la rimozione di questo? Perche slidenafil dovrebbe essere migliore del cialis? Se comincio con i farmaci già da ora, cosa faro a 40 anni?? Mi piacerebbe avere chiarezza perché nonostante l'attenzione ora sia rivolta al varicocele, il mio problema 'madre' sono le deboli erezioni..
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
In totale accordo con il dr. Maretti la invito alla lettura di questi articoli.

Lei confonde salute procreativa con salute sessuale

"Tuttavia mi ha anche raccontato di pazienti che dopo la rimozione del varicocele, hanno avuto un grande miglioramento delle erezioni. "

Non c'è alcuna correlazione, se le cause sono psichiche non spariranno con la chirurgia che, tra l'altro, serve ad altro.

http://www.valeriarandone.it/articoli/177-sessuologia-andrologia/
http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.htm
http://www.medicitalia.it/minforma/Psicologia/1225/Deficit-erettile-un-
http://www.medicitalia.it/blog/psicologia/6154-ruolo-donne-deficit-erettivo-uomo.html
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo

Le risponderò seguendo l'oridine delle sue domande:
- nella stragrande maggioranza dei casi il varicocele insorge in età puberale (12-15 anni).
- non c'è correlazione tra varicocele ed erezione, quindi togliendo il varicocele la disfunzione erettile rimane.
- non c'è un PDE 5 inibitore migliore di altri, dipende dal singolo soggetto, uno può rispondere meglio con uno che con l'altro, ma finchè non si prova non si può stabilirlo a priori.
- io le ho consigliato di rivolgersi ad un sessuologo e di non iniziare la terapia che le hanno consigliato.

Un cordiale saluto
[#5] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2016
Ringrazio entrambi i dottori per avermi risposto e reso più chiare le idee.
Dunque, procedendo con ordine provvederò a ripetere lo spermiogramma e dopodiché ad operarmi per rimuovere il varicocele, e con questo chiudo la situazione 'salute procreativa' (ammesso che durante e dopo l'intervento vada tutto bene..). Dopodiché mi dedicherò alla 'salute sessuale' e cercherò di rivolgermi ad un sessuologo come da lei consigliato dr Maretti. Mi chiedevo però, esiste qualche esame da poter eseguire per verificare se vi sia un problema di erezioni a livello organico?? (come un infezione alla prostata o problemi cardio-vascolari e simili) in tal modo che, potendo evenualmente escludere problematiche di matrice organica, potrò fare completo affidamento sul sessuologo.
[#6] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

gli esami per escludere una forma organica possono essere ormonali e/o vascolari ma vista la sua storia e la sua età è indispensabile una valutazione dello specialista che valuterà se procedere in quel senso.

Ancora cordialità