Utente 811XXX
Salve ho avuto un episodio di orticaria sul girovita, interno coscia, mani e piedi, ho preso del cortisone in quanto già munita poichè soggetto allergico fin da bimba ma vedendo che non passava mi sono sottoposta a visita medica..il mio medico di base con un test(punta smussata) ha notato del dermografismo quindi mi sono recata da un allergologo..ho fatto tutta una serie di analisi che elenco:emocromo,anticrpi anti-ena,ft3,ft4,tsh,anti-tireoglobulina,anti-ana,ves,es colturale cavità orofaringea per streptococco,tas, pcr tutti risultati nella norma..ho fatto anche vari test allergici compresi quelli alimentari che non hanno fatto altro che riconfermare le vecchie allergie(alternaria,olivo,coda di topi,cipresso) e tre nuove acaro,kiwi e criptomeria ma tutte in forma abbastanza lieve..l'allergologo mi aveva messo in cura con due tipi di antistaminici diversi due compresse da prendere una al mattino l'altra alla sera..attualmente sembra scomparsa da qualche giorno ho smesso la cura però il prurito è tornato nonostante non escano pomfi...non ancora perlomeno!!ma credo che se non riprendo la cura da un momento all'altro possanop uscire nuovamente...la mia domanda è bastano le analisi fatte o posso andare a cercare da un'altra parte?quali altre indagini da fare? al mattino spesso ho le mani un pò gonfie nelle stesse zone dove uscivano prima i pomfi...premetto che sono un soggetto abbastanza ansioso ed emotivo e che non sto pasando un bel periodo infatti il mio medico di base ha ipotizzato che l'orticaria possa avere carattere psicosomatico...potrebbe essere?spero in una risposta ...grazie un saluto cordiale.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
86337

Cancellato nel 2009
Gentile Signora,
l'orticaria è un problema che può riconoscere diverse cause. Gli esami vanno prescritti in base alla sua storia recente e passata ed all'esame clinico che fanno sorgere sospetti verso una specifica direzione. Quindi, per rispondere alla sua prima domanda, non è semplice dire in queste condizioni di webconsulenza quali esami è necessario approfondire e se è necessario ciò.

Il ragionamento sulla questione psicosomatica è complesso. Ragionando secondo la dinamica causa-effetto, si può dire che se è vero che un'infezione, una malattia della tiroide, un'allergia o altre cause possono dare orticaria allora sarà vero che orticaria=stress oppure ansia=stress oppure depressione=stress. In realtà, non è in questi termini che si apre uno spiraglio alla questione, anche perchè non c'è nessun test che, a differenza di altre cause, potrà svelare e definire ciò. Invece, è vero che si può aumentare la consapevolezza della propria situazione psicofisica attraverso un ragionamento che attraversi trasversalmente le questioni che noi viviamo: del corpo, delle emozioni, della mente, della famiglia e così via. In questa maniera, è possibile capire come un problema del corpo si ripercuote su altri ambiti della nostra vita così come difficoltà emotive od esistenziali possono creare onde anomale che si riversano sul corpo generando la sua sofferenza.

Sperando di averle dato un minimo di chiarezza (data la complessità dell'argomento e l'esiguità di questo spazio) le auguro buona domenica.
[#2] dopo  
Utente 811XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore mi ero persa la sua risposta che ho ritrovato soltanto ora...a differenza di qualche tempo l'orticaria seppur in fomra lieve rispetto a prima è sempre presente e anche il prurito...ho continuato con altre indagini di laboratorio intendendo per queste immunoglobuline elettroforesi proteica, albumina, fattore reumatoide, tampone faringeo per stafilococco, complementemia c3 c4 e ige totali, tutto nella norma..strumentali ho eseguito una rx del torace nella nomra anch'essa e una visita dall'otorino che ha definito le mie tonsille "tonsillacce" e mi ha consigliato di praticare una tonsillectomia che farò a gennaio/febbraio..
il mio allergologo di fiducia sostiene che non possa fare nient'altro apparte prendere gli antistaminici e mi ha fatto capire, in poche parole, che me la devo tenere finché non s'è sfogata del tutto!!
ora la mia domanda è questa: le tonsillacce e un tas verso i limiti della norma (l'ho controllato due volte ed era una volta a 190 l'altra 197) possono provocare orticaria?!
ho anche una febbricola 36.5 37.00 max
oppure qualche malattia sessualmente trasmessa come hiv o epatite possono manifestarsi in questo modo?
perché la mia è proprio orticaria, mi viene spesso sui fianchi, sul collo del piede, interno coscia, sulle mani..pomfi pruriginosi, a volte pochi ma gonfissimi..risparmiando tronco, viso e spalle..può essere un problema del fegato?la ringrazio per la sua risposta e le porgo un saluto cordiale