edema  
 
Utente 133XXX
Buongiorno,
provo a descrivere il mio problema sperando che qualche esperto mi possa aiutare a trovare una soluzione.
Da circa un anno ho senso di pesantezza e dolori al fianco sinistro in zona addominale (a sinistra dell’ombelico) che peggiorano con qualsiasi esercizio fisico prolungato che coinvolga le gambe come camminate, corsa leggera, giocare a tennis…..
Pensavo di avere un’ernia inguinale ma il chirurgo che mi ha visitato l’ha esclusa e mi ha indirizzato da un ortopedico il quale dopo accurate visite mi ha prescritto cicli di tecarterapia e poi di onde d’urto che hanno prodotto un miglioramento se sto a riposo. Appena mi muovo con una certa intensità in particolare se gioco a tennis o faccio una corsetta tutto torna quasi come prima e sto abbastanza male per qualche giorno.
Su mia insistente richiesta mi ha ordinato una risonanza magnetica al bacino da cui è risultato
“deformazione su base artrosica dei capi ossei affrontati in corrispondenza del sinfisi pubica con esile raccolta fluida; coesiste sfumato edema intraspongioso in tale sede nelle sequenze STIR”
Quindi credo che il problema sia la deformazione artrosica di questi capi ossei.
Vengo alla domanda :
Esiste la possibilità di intervenire chirurgicamente con qualche operazione di microchirurgia per sanare questa situazione e riparare questi capi ossei deformati?????
Ringrazio in anticipo chi mi vorrà dare delle informazioni utili.
Renzo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
8% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Non esistono terapie chirurgiche "per riparare questi capi ossei deformati". Una volta che l'ortopedico riconoscesse in questa condizione la causa di "pesantezza e dolori al fianco sinistro in zona addominale (a sinistra dell’ombelico)", vi possono essere cure mediche e fisiche efficaci, dopo avere escluso altre possibili cause (per esempio patologie discali del passaggio dorsolombare). Una riduzione del peso e il ricorso ad attività fisiche che non comprendano la corsa potrebbero rappresentare un primo passo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Egregio Dottore,
La ringrazio della risposta sollecita e utile che mi ha dato.
Cordiali saluti.
R.Biondani