Utente 431XXX
Buonasera,

mio fratello venerdì mattina è andato in ospedale per un consulto dermatologico dopo che un amico di mio padre, che è dermatologo, ha visto un nevo sul braccio di mio fratello e gli ha consigliato di fare una visita. Purtroppo l'attesa per la visita in ospedale è stata lunga e dopo otto mesi mio fratello è riuscito a sottoporsi al consulto solo venerdì scorso.
Il medico si è mostrato visibilmente allarmato. Mio fratello dice di avere questo nevo dalla nascita, solo che negli ultimi tempi (due anni massimo, dice lui) ha assunto un colore diverso e sembra essersi allargato, anche se di poco e lentamente, parliamo di un nevo di qualche millimetro. Il dermatologo ha fissato un intervento d'urgenza allarmandoci tutti in quanto il nevo a suo dire è irritato e pericoloso.

Io non dormo da due notti e oggi mi sono imbattuta sul vostro sito cercando notizie riguardo al melanoma.
Si può sospettare così fortemente che un nevo "particolare" o "sospetto" sia sfociato o stia per sfociare in un melanoma?
Dobbiamo aspettare la data dell'intervento (fissato per gennaio) con ansia e preoccupazione o c'è la possibilità che una volta rimosso il nevo mio fratello non abbia ripercussioni sulla sua salute?
Lui non ha alcun fastidio e se non fosse stato per un prurito in un altro nevo (tra l'altro da non togliere) non si sarebbe nemmeno fatto visitare. Inoltre da un anno si allena in palestra e forse il sudore può aver irritato il nevo che è leggermente sollevato dalla pelle. Quando otto mesi fa lo vide l'altro dermatologo disse che questo nevo era sì da togliere, ma che non era così grave!

Vi chiedo scusa per il post prolisso ma siamo tutti un po' in ansia dalla visita di venerdì...

Grazie anticipatamente!

C.
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
16% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Gent.mo utente potrebbe trattarsi di melanoma su nevo congenito, ma la descrizione ed il fatto che 8 mesi fa era già stato controllato potrebbe deporre per un melanoma in situ. Tutto ciò naturalmente senza aver potuto visitare suo fratello. Effettuata l'asportazione chirurgica (va bene la tempistica Gennaio) potrebbe essere necessario sottoporsi in caso di melanoma in situ ad un allargamento chirurgico terminando così l'iter diagnostico/ terapeutico.
Mi sento comunque di tranquillizzarla e mi informi se vuole sull'evoluzione del caso
Cordiali saluti e serene festività
[#2] dopo  
Utente 431XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dottore,
parlandone con mio fratello ho poi appurato che il nevo non si è allargato ma è solo cambiato di colore assumendo una patina grigio bluastra nell'ultimo anno. Mi ha inoltre detto che l'amico di nostro padre lo ha visitato con tutte le attrezzature del caso, mentre il medico di ospedale ha solo illuminato il nevo con la luce, sottoponendolo ad una visita veloce.

Nel caso in cui sia un melanoma in situ c'è da preoccuparsi o dopo l'allargamento chirurgico la situazione tornerà alla normalità?

Qual è la differenza fra melanoma su nevo congenito e melanoma in situ?

La ringrazio!
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
16% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Buona notizia se a modificarsi sembra essere solo l'aspetto cromatico e non la morfologia e le dimensioni .Il melanoma in situ è termine utilizzato dall'anatomo patologo per dirci che le cellule tumorali non si sono approfondite e può ritrovarsi ex novo o su nevo congenito che è un nevo benigno presente sin dai primi due anni della nostra vita.Un'asportazione chirurgica seguita da allargamento chirurgico risolvono il problema
Cari saluti
[#4] dopo  
Utente 431XXX

Iscritto dal 2016
Dottore, grazie per le rassicuranti parole! Appena avremo i risultati dell'esame istologico le farò sapere.

Saluti e serene festività.
[#5] dopo  
Utente 431XXX

Iscritto dal 2016
L'esame istologico ha dato esito negativo!
Grazie ancora per il suo aiuto, dottore.
[#6] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
16% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Di niente sempre a disposizione,siate sempre tranquilli ,fatevi controllare 1 volta all'anno che è la cosa migliore per poter effettuare una buona prevenzione
Cari saluti