Utente 431XXX
Salve è 10 gg che assumo ciproxin 500 mg che mi è stato prescritto per curare una presunta gonorrea.... ma nonostante tutti questi giorni i sontomi forte bruciore nell urinare e fuoriuscita di liquido giallognolo verfastro... in alcuni casi marrone.... sono solo diminuiti.... ho contattato il reparto di malattie infettive di un ospedale vicino... mi hanno consigliato di sospendere la terapia... e dopo 5 gg fare urino cultura... senza effettuare tampone prostatico.... può bastare per vedere che tipo di batterio mi ha colpito..???
Grazie Andrea
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
i medici di base non capiranno mai, per fortuna non tutti ovviamente, che prima di trattare qualsiasi infezione bisogna effettuare la ricerca del patogeno in causa e non affidarsi all'empirismo. Lei non aveva una meningite(tanto per fare un esempio) e c'erano i tempi per farlo.
La sua "presunta" gonorrea andava confermata con un banale striscio a fresco della secrezione uretrale colorato con Gram e poi eventualmente trattata adeguatamente.
Dato che la terapia empirica non ha sortito effetto, dopo 7 giorni di wash out io rifarei non solo un esame delle urine ma anche un tampone uretrale ricercando oltre ai germi comuni anche i così detti "patogeni genito urinari" ricorrendo a tecniche di identificazione del loro DNA con PCR.
Ne parli con un infettivologo o un urologo qualificato.
Il tampone prostatico non esiste: al più esiste la spermiocoltura dopo massaggio prostatico.
Per patogeni genito urinari intendo Mycoplasma spp, Chlamydia spp, Ureaplasma Urealyticum che vanno specificati nella impegnativa.
Cordialità,
Dott. Caldarola.