Utente 406XXX
Salve, sono in terapia per una prostatite che dura ormai da più di un anno e il mio infettivologo mi ha detto di assumere fermenti lattici. Lo scopo sarebbe quello di incrementare la popolazione batterica "non patogena" dell'intestino a scapito di quella patogena, poiché la prostata è stata colonizzata da batteri di provenienza intestinale. Sulla scatola c'è scritto però che sono fermenti "probiotici". Mi è venuto dunque il dubbio, leggendo il nome (pro-vita) , che possano favorire anche la crescita dei batteri patogeni... È così o posso stare tranquillo?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
francamente non capisco il nesso tra probiotico, pro - vita e pro - patogeno.
I probiotici includono una ampia varietà di batteri NON patogeni che colonizzano l'intestino e per un meccanismo di competizione riducono la proliferazione dei batteri patogeni.
Il suo dubbio è completamente infondato.
Che poi possano curare una prostatite questo è tutto da vedere.
Stia pure tranquillo.
Cordialità,
Dott. Caldarola.