Utente 432XXX
Salve ho 21 anni sono di Cesenatico , avrei bisogno di un vostro consiglio più urgente possibile . Ho appena scoperto 2 gg fa che sono incinta , sono la più felice del mondo però ho un grosso problema ...il mio ragazzo nega di assumersi la sua responsabilità a causa della situazione economica che abbiamo è un'altra spiegazione è che per adesso lui non è per niente pronto ad assumersi questa grande responsabilità ... purtroppo non abbiamo genitori che ci possono aiutare , perché non sono d'accordo . Tra pianti , urli , disperazione da parte mia ... si è arrivato alla conclusione di interruzione dalla gravidanza
Stamattina ho chiamato il consultorio ginecologo famigliare per prendere un appuntamento per l'interruzione ... mi hanno detto che devo andare prima di tutto a fare un test di gravidanza in un ospedale o dottore di famiglia o laboratorio per avere un certificato che sono incinta . Sono andata in ospedale è domani mattina devo portare l'urina per fare il test .
una volta ottenuto il foglio con : nome cognome e la risposta , martedì 20 dic ho l'apuntampento per una ecografia è tutto il resta
adesso la mia paura e molto grande perché non ho mai fatto un aborto è nenche un parto ... e ho molta paura , mi potete dire se l'anestesia sarà locale o generale ? O se posso scegliere ?
Io sulle mie gambe non avrei mai il coraggio di andare su quel tavolo ! È avrò dei dolori in tempo del intervento ?
[#1] dopo  
Dr. Salvatore Renzo Calabrese
24% attività
8% attualità
0% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile Signora
l'intervento di interruzione volontaria di gravidanza ha una durata di pochi minuti. Viene molto spesso eseguito in anestesia generale, ma su richiesta della paziente (o più raramente, per prassi organizzativa del reparto acui ci si rivolge) si può eseguire anche in anestesia locale con un paio di punture vicino al collo dell'utero.
Dopo l'intervento si può avvertire un dolore simile a quello di una mestruazione, controllabile con normali analgesici che sono prescritti dall'anestesista alla fine della procedura.
Tenga inoltre presente che dal 2009 è possibile eseguire l'interruzione di gravidanza senza intervento chirurgico, con la somministrazione orale della pillola RU486 (da non confondere con la pillola del giorno dopo).
In Italia si può utilizzare la RU486 fino alla 9° settimana di gravidanza ed è richiesto un ricovero precauzionale in ospedale di 3 giorni.
So per esperienza che molte donne richiedono la dimissione volontaria dopo l'assunzione del farmaco.
In alcune regioni, comunque, tale ricovero non è richiesto.