Utente 137XXX
Buonasera dottori,
mio padre ha una storia clinica travagliatissima causa retinopatia diabetica e glaucoma.
Ha ormai purtroppo perso già uno degli occhi definitivamente e con l'altro, vede non propriamente bene.
In quest'occhio ha fatto svariate iniezioni di avastin e taioftal per la retinopatia ed anche una di avastin in camera anteriore negli ultimi sei mesi per il glaucoma. Ha subito l'intervento per la cataratta e lo yag laser sempre in questo occhio ma diversi anni fa.
Questa storia di iniezioni e quanto altro va avanti da ormai buoni 6 anni e conseguentemente sono altrettanti anni che mette svariati colliri. Negli ultimi anni mette Yellox e Cosopt e da un anno il Coqun. La pressione oculare è stabile tra i 14 e 16 ma qualche giorno fa durante una visita, il Dottore ha rilevanto una anomalia di cui non ha ben capito la natura che ha spaventato un po' mio padre. A detta del dottore sono dei residui simili a delle goccioline posti dinanzi il cristallino, tanto che ha proposto un cambio di questo ma con incertezza.
La presenza di questi residui ha reso la vista di mio padre piuttosto annebbiata tanto che lo stesso dottore ha imputato la colpa di questo a questi "residui" .
E' possibile sia un effetto collatarele del Coqun a lungo termine? Questa domanda nasce poichè è l'unico collirio che non mette anche nell'altro occhio, quello che per capirci ha perso, che non presenta questa problematica (infatti nonostante abbia il nervo ottico atrofizzato continua a mettere cosopt e yellox per il glaucoma e per evitare degli arrossamenti).
Può eventualmente essere una complicanza della cataratta o simili?

Vi ringrazio di un eventuale consiglio o parere.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
mia cara ed attenta signorina,
ci chiede l’impossibile , dovremmo visitare il suo papa’ per darle una mano.
Le assicuro che gli ANTI VEGF hanno salvato milioni di persone del mondo dalla CECITA’.
auguri sinceri e Buon Natale

MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica oculistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante.

[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Sicuramente dottore: data la storia di mio padre può immaginare quante ne abbiamo passate e so benissimo che è impossibile capirci qualcosa così.
Quello che chiedevo, nonostante la panoramica generale giusto a titolo informativo -forse mi sono dilungata troppo-, era se è possibile che un collirio possa causare un qualcosa del genere (ovvero residui avanti alla lente del cristallino) o se può effettivamente essere un qualcosa dovuto al cristallino o magari a residui dell'ultima antivegf che ha fatto.
Era giusto questo in realtà.

Auguri anche a voi dottore,
vi ringrazio davvero tantissimo!
[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
sua domanda
1).. è possibile che un collirio possa causare un qualcosa del genere (ovvero residui avanti alla lente del cristallino) o se può effettivamente essere un qualcosa dovuto al cristallino o magari a residui dell’ultima antivegf che ha fatto?

risposta
ASSOLUTAMENTE NO