anale  
 
Utente 432XXX
Buonasera, questa notte alle 4 del mattino, come da titolo, mentre aimè praticavo del sesso anale con una prostituta PROTETTO, il preservativo si è rotto, lasciando il glande scoperto, lei prontamente si è accorta e abbiamo smesso, prima stava praticando del sesso orale, sempre protetto. dunque l'esposizione è stata minima. Però tornando a casa avevo delle lievi feritine sotto il glande, dovute probabilmente all'atto sessuale. premetto che ho gia fatto esami hiv ed epatite c circa un anno fa risultando negativo, ma sono stato "operato" di pampilloma virus sempre un anno fà.
Qualcuno ha consigliato di recarmi in un centro per richiedere una consulenza ed eventualmente procedere con la PEP ma di domenica non sembra possibile in nessun modo, mi sono già recato in tutti i pronto soccorso e niente, mi è stato detto di tornare domani che ho tempo 72 ore... non so ho bisogno di un vostro parere, grazie..
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
i P.S. devono essere a disposizione dell'Utenza anche di domenica.
E' ovvio che il suo rapporto è a rischio soprattutto se ha rilevato delle ferite sul glande.
In tale situazione la PeP potrebbe essere presa in considerazione.
Dica in P.S. che se non c'è un reperibile che la possa valutare andrà dai Carabinieri a sporgere denuncia per omissione di Pubblico Servizio e Omissione di Soccorso.
La PeP è tanto più efficace quanto più è precocemente iniziata.
Cordialità,
Dott. Caldarola.