Utente 397XXX
Buonasera sono una ragazza di 23 anni. Soffro di cisti ovariche da alcuni anni e poiché queste mi portavano irregolarità nel ciclo (sempre ritardi, spotting intermestruali, mestruazioni abbondanti, più di una mestruazione nello stesso mese) mi è stata prescritta circa quattro anni fa la pillola Zoely. Da allora l'ho presa interrompendola periodicamente. In una di queste interruzioni, circa due anni fa, con un'ecografia ho riscontrato la costante presenza delle cisti che non si erano riassorbite. Una di esse era persino cresciuta un po'. Ho continuato ad utilizzarla interrompendola di tanto in tanto. Dopo l'ennesima pausa ho ripreso ad utilizzarla per 6 mesi e l'ho interrotta a inizio novembre. Il 13 novembre ho avuto la mestruazione da sospensione come previsto. Il 19 novembre (quando le mestruazioni erano terminate da un giorno e mezzo) ho avuto un rapporto sessuale parzialmente protetto, nel senso che per i primissimi secondi del rapporto non è stato utilizzato il preservativo, ma dopo una manciata di secondi fino alla fine del rapporto ( conclusosi più di un'ora dopo) il preservativo è stato utilizzato. Dopo di allora all'incirca tra il 3 e il 6 dicembre mi si è presentato lo spotting. Il 9 il 10 e l'11 dicembre ho avuto di nuovo rapporti protetti ma il 10 dicembre mi sarebbe dovuta venire la prima mestruazione "normale" che non mi è venuta. Ora sono all'ottavo giorno di ritardo.Nei giorni dello spotting ho notato perdite di muco più abbondanti (prima scure perché ematiche e poi più chiare a mano a mano che lo spotting terminava) e nei giorni immediatamente successivi (quelli in cui, secondo i canonici 28 giorni, avrei dovuto avere le mestruazioni) ho notato un indolenzimento notevole del seno. Adesso il dolore al seno è quasi sparito e le perdite di muco non ci sono più.Purtroppo soffrendo di cisti ovariche appena interrompo la pillola non ho più il controllo del mio corpo. Non so mai quando e se ovulo, se sono fertile o no. Inoltre il mio ciclo mestruale, quando non assumevo la pillola, solo un paio di volte in tutta la vita è durato 28 giorni. Per il resto, la sua durata è sempre stata casuale ed imprevedibile (il massimo, se non vado errato, fu quando durò 42 giorni). Il mio timore è, ovviamente, che possa trattarsi di una gravidanza anche se i rischi sarebbero limitati ad eventuali perdite pre-eiaculatorie avvenute nei pochi secondi iniziali del rapporto del 19 novembre (giorno immediatamente successivo al termine della mestruazione da sospensione) o eventualmente maneggiando i preservativi tra un cambio e l'altro degli stessi ( siamo soliti cambiarli durante il rapporto perché tendono a seccarsi troppo).So che online è tutto molto difficile e non potete esporvi con giudizi azzardati, e so anche che l'unico modo per fugare ogni dubbio è fare un test di gravidanza, ma avere il vostro parere riguardo la mia situazione, probabilità di rischio e, se possibile, capire a grandi linee quando potrei aver ovulato sarebbe prezioso.

Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Lucia Vecoli
44% attività
8% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., non esistono indicazioni mediche ad interrompere periodicamente la pillola, come purtroppo lei e anche altre donne fanno. O si desidera una gravidanza o, in caso contrario, non solo interrompere la pillola è inutile, ma può essere anche dannoso. Una delle conseguenze più frequenti di questo uso dissennato del consiglio pertanto di effettuare un test di gravidanza, meglio di laboratorio, così le rimane un referto ufficiale. Se negativo ha due possibilità: o attendere il ciclo o rivolgersi al ginecologo di fiducia, che le puo' prescrivere una terapia per provocarlo. Talvolta alla sospensione della pillola l'ovulazione non riparte subito, ecco perchè il ciclo ritarda, se è esclusa la gravidanza. Cordiali saluti e auguri.
[#2] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissima dottoressa,
Ho fatto un test di gravidanza sulle urine ed è risultato negativo. Oggi sono all'11esimo giorno di ritardo ed è tornato lo spotting da ieri (non so se posso considerarlo una mestruazione estremamente scarsa o meno). In questo caso però sono solamente perdite ematiche e non di muco più scuro come quello precedente.
Attenderò ancora qualche giorno nella speranza di apprezzare un cambiamento dello stesso e poi andrò dalla ginecologa.

La ringrazio moltissimo per la sua cordiale e puntualissima risposta.

Ricambio gli auguri e la saluto cordialmente