Utente 398XXX
Buongiorno, sabato scorso mi è stato diagnosticato un trombo venoso iliaco femorale alla gamba sinistra in pronto soccorso. Mi hanno ricoverata per scoprire il perché è anche perché avevo delle analisi sballate. Mi hanno ricoverata in medicina generale e curata per i primi 5gg con anticoagulanti per iniezione ed ora con pradaxa 150. Mi hanno trovato la sindrome da antifosfolipidi. Ora a breve uscirò e mi hanno detto che devo indossare un monocollant con compressione 3. Purtroppo ho dei dubbi perché più di una sanitaria mi ha detto che la compressione dovrebbe essere k2... e sarebbe preferibile un collant. .cosa devo fare??
Grazie!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
comprenderà l'impossibilità di valutare a distanza la correttezza di una indicazione terapeutica; in linea di principio le prescrizioni di uno Specialista (Angiologo? cHirurgo Vascolare? Interbista?) dovrebbero essere più attendibili di quelle della sanitaria, anche se l'indicazione per una K3 risponde ad esigenze piuttosto eccezionali.
Le consiglierei di sottoporre la questione ad una rivalutazione dal vivo da parte di un Chirurgo Vascolare.
[#2] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Buonasera Dottore.
Mi hanno confermato la sindrome degli antifosfolipidi e assumo il pradaxa 150mg.
Sono passati ormai quasi 6 mesi dalla Tvp iliaco femorale. Ho indossato la calza elastica K2 prescritta dal chirurgo vascolare fino a 15gg fa poiché dall ultimo ecodopler è risultato " ricanalizzazione completa della vena iliaco sinistra, previa la vena femorale e poplitea" Inoltre tutte le vene risultano "continenti".
Una volta tolto il monocollant ho notato che qualche volta la coscia sinistra risulta leggermente più gonfia (1cm circa) quando magari non riesco a fare movimento (camminare o fare cyclette ) e inoltre fa molto caldo in questo periodo e a volte sento le gambe pesanti.Così ho contattato il chirurgo vascolare che mi ha seguito e gli ho esposto la cosa chiedendo se non fosse il caso di indossare dei collant con una compressione che mi avrebbe dovuto dare lui. Mi ha detto che non devo mettere delle calze elastiche perché con questo caldo (consideri che ci sono stati anche 40 gradi e per lavoro passo tempo tra lo stare in macchina e fare foto sotto il sole ..) peggiorerei la situazione ma devo aspettare che arrivi il fresco...
Oa questa cosa mi ha un po' destabilizzato. .Mi potrebbe dare un suo parere? Inoltre la cyclette va bene per il movimento? Ne faccio 40 minuti al giorno.
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Concordo con il parere del Suo Chirurgo per quanto riguarda la calza.
Cyclette si, senza esagerare e con pedalata non frenata.
[#4] dopo  
Utente 398XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la celere risposta Dottore!