Utente 894XXX
Ho 38 anni e da qualche mese ho un problema di perdita di erezione (e' successo 5-6 volte negli ultimi 3 mesi). La cosa e' iniziata durante l'estate dopo un periodo abbastanza intenso di attivita fisica (corsa a livello amatoriale) con un calo di 4 kg di peso (peso attuale 73 kg, altezza 177 cm);considerando anche i miei orari di lavoro che non del tutto si conciliano con l'orario regolare dei pasti, vorrei sapere se la perdita di peso e la non regolare alimentazione possono aver inciso sul mio problema. Sia il mio lavoro che il rapporto con la mia ragazza mi provocano stress, anche per questo faccio attivita fisica. La mia preoccupazione e' che se non e' un problema fisico non vorrei cadere in una patologia di natura psicogena (credo che non sono molto lontano da questo, data la mia attuale insicurezza nell'affrontare il rapporto sessuale). Ancora non ho fatto nessun tipo di analisi cliniche o esame diagnostico.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
caro signore certamente la situazione che lei descrive evidenzia un chiaro coinvolgimento emotivo dovuto a vari fattori, primo tra tutti lo stress, il lavoro, le tensioni coniugali e non ultimo gli orari sballati e la non corretta alimentazione (in termini anche orari), l'attività sportiva più intensa. Tuttavia noi urologi abbiamo l'abitudine di escludere anche altre possibili cause di un deficit erettile che possono essere ed è bene sempre ricordarlo: non solo psicogene, ma anche organiche o a volte miste.
Per far ciò lei potrebbe agire a due livelli: in proprio cercando di regolarizzare un po' questi aspetti del suo vissuto personale dandosi più regolarità e poi aiutandosi con un collega urologo andrologo che possa seguirla per un inquadramento più corretto ed organico.