Utente 456XXX
Gentili dottori,
sono un giovane di 34 anni, non fumatore, che ha subito un intervento di orchiectomia bilaterale per un seminoma. Chiaramente ho dovuto intraprendere una cura sostitutiva di testosterone (testoviron depot 250) che assumo ogni 21 giorni per via intramuscolo.
La cura l’ho iniziata a Gennaio 2008 e ad Aprile l’ho sospesa, in accordo con la mia endocrinologa, perché proprio nel mese di Aprile le mie urine erano diventate schiumose.
Ho fatto così, sotto indicazione medica, un esame della proteinuria delle 24 ore con il seguente risultato:

in data 05/05/08 volume 2790ml risultato 279mg/24 H

pensando che fosse l’effetto anabolizzante del farmaco dopo circa un mesetto ho ripetuto l’esame ed in effetti il valore era diminuito:

in data 10/06/08 volume 2300ml risultato 69mg/24 H

ad oggi che sono trascorsi ormai SEI MESI però il fenomeno persiste ancora nonostante non abbia più assunto il farmaco “incriminato” e nel frattempo ho eseguito, per il follow-up del tumore, un’ecografia addome completo/pelvi e una tac con contrasto dove è tutto nella norma, compreso i reni che non evidenziano alcuna anomalia.
Ho dosato più volte la proteinuria in quest’arco temporale ed è sempre nel range:

in data 11/08/08 volume 2800ml risultato 56mg/24 H
in data 01/09/08 volume 2800ml risultato 112mg/24 H
in data 15/09/08 volume 2950ml risultato 118mg/24 H

In data 17/09/2008 ho fatto gli esami di controllo del sangue ed ho dosato il valore di Azotemia che è risultato essere di 30 mg/dl (intervallo 10-55) mentre quello di Creatinina è risultato di 1,08 (<1,3), quest’ultima anche se rimane nel range ho notato che nell’ultimo semestre è aumentata gradualmente, ad esempio, in data 26/03/2008 il suo valore era di 0,78.

Per completezza aggiungo che ho fatto due consulti nefrologici ed entrambe i medici sostengono che non c’è nulla di patologico anche se le mie urine restano schiumose, tra l’altro nessuno mi ha saputo spiegare il perché della persistenza del sintomo.
Vi chiedo a questo punto se devo indagare ulteriormente e quali esami sarebbe corretto eseguire per determinare la causa di questo fenomeno, oppure fermarmi nelle indagini ed accettare la cosa senza preoccuparmi ulteriormente.

Certo di un vostro riscontro vi porgo i miei più cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Rita Caponetti
24% attività
0% attualità
8% socialità
GROSSETO (GR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,
concordo con il parere dei due Colleghi da Lei interpellati: pur non essendo chiaro perchè la sua urina continui ad essere schiumosa, non vi sono altri dati che possano indicare la presenza di una eventuale nefropatia e sarebbe sproporzionato sottoporlo ad accertamenti ulteriori solo sulla base di questi dati.
Come Le hanno già opportuamente consigliato, in questi casi conviene attendere e controllare, tenendosi in contatto con un Nefrologo di Sua fiducia, che possa intervenire solo se ci fossero ulteriori indicazioni.
Cordiali saluti e tanti Auguri per il nuovo anno!
[#2] dopo  
Utente 456XXX

Iscritto dal 2005
Gentile dr. Rita Caponetti
la ringrazio per la risposta fornitami, in effetti la cosa mi ha allertato per la persistenza del sintomo e dal fatto che la creatinina ogni volta che viene dosata risulta essere sempre lievemente aumentata, pur rimanendo nel range.
Seguirò in ogni caso i consigli che mi hanno dato e monitorerò la proteinuria trimestralmente in modo da tenere sotto controllo la situazione.

Cordialità e auguri di buon anno.