Utente 433XXX
Buongiorno,
scrivo una nuova domanda perché ritengo che il mio sia un caso un po' particolare. Circa 6 anni fa mi sono schiacciata l'unghia del pollice nella portiera della macchina. All'inizio l'unghia è caduta; quando è ricresciuta l'attaccatura iniziale è rimasta normale, arrivata a metà invece si è separata: una parte è ricresciuta normalmente, mentre l'altra è rimasta staccata dalla pelle (c'è proprio uno spazio tra pelle e unghia che si è riempito talvolta di materiale esterno che provvedevo a ripulire periodicamente). L'unghia risultava così verdognola alla vista nel punto non attaccato alla pelle. Il problema però è sorto circa un mese fa, quando ha incominciato a farmi male al tatto, è diventata giallognola e il dito rimane sempre caldo anche se la mano in complesso è fredda.
Sono andata dal medico di base che, senza ascoltarmi troppo, mi ha prescritto un antimicotico. Lo sto usando da allora ma non sento né vedo benefici. Mi preoccupa il fatto che possa essere qualcosa di più grave. è possibile? Cosa è meglio fare in questo caso?
Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Paolo Greco
28% attività
20% attualità
16% socialità
CAPRARICA DI LECCE (LE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2016
Gentile utente,
La ricrescita "anomala" dell'unghia potrebbe essere secondaria al trauma che la matrice ungueale ha ricevuto. Sull'unghia distrofica (ossia alterata) è possibile, poi, che si sia impiantato qualche microorganismo.
Le consiglio pertanto una visita dermatologica ed un eventuale prelievo per esame microbiologico, qualora il collega lo riterrà opportuno.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2016
D'accordo! La ringrazio per la tempestività! Buon anno