pelle  
 
Utente 365XXX
Salve,
Faccio il saldatore presso una ditta metalmeccanica, premetto che sono a conoscenza dei rischi del mio lavoro per quanto riguarda la vista e i polmoni conosco i dpi per minimizzare i rischi derivati dai fumi e dalla luce dell'arco elettrico anche se la ditta non mette a disposizione tutto..
L'unico problema riguarda il fatto che girando su internet ho visto che l'1% dei raggi uv riesce a superare la superficie della cute creando pericolo che può essere anche di livello tumorale specialmente per la pelle e la testa.
Queste informazioni sono veritiere?
Se si la percentuale (approssimativa) di rischio è alta?
Le protezioni che uso(giacca, pantaloni, mantellina e guanti di cuoio) bloccano il "contatto" con questi raggi?
Grazie in anticipo!!
[#1] dopo  
Dr. Gilberto Marcello Boschiroli
24% attività
8% attualità
8% socialità
CINISELLO BALSAMO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Buon giorno,
l'esposizione cutanea a raggi UV durante le operazioni di saldatura ad arco è trascurabile e i Dispositivi Protettivi Individuali e gli indumenti di lavoro eliminano del tutto il rischio.
La pericolosità dei raggi UVA per la pelle si esplica soprattutto per l'esposizione solare proòungata, per esempio nei lavori all'aperto, oppure se ci sono fonti UV diffusive e stese, come in alcune lavorazioni particolari, ma non nella saldatura.
[#2] dopo  
Utente 365XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio!!
Buona giornata Dr. Boschiroli.