Utente 434XXX
Buongiorno,
sono un uomo di 30 anni e da molto tempo soffro di un fastidioso e conseguentemente doloroso prurito all'inguine. Il mio medico di famiglia (specialista dermatologo) mi ha visto varie volte e ogni volta curato con creme locali (Travocort- fucsina fenica sella) che miglioravano il mio stato ma per brevi periodi. Circa un mese fa, esasperato dalla situazione mi ripresento dal dottore con inguine rosso, gonfio e dolorante in espansione verso gamba e glutei. il dottore decide così di farmi fare un tampone cutaneo il quale è risultato positivo a STAPHYLOCOCCUS AUREUS e TRICHOPHYTON SPP. la cura che mi è stata data è la seguente zitromax 500 c+ diflucan 100 c+ fucidin e suadian crema con le raccomandazioni di non contagiare il resto della famiglia essendo questa infezione altamente contagiosa !!! Ora la mia domanda è la seguente: IO ABITO IN CASA CON I MIEI DUE BAMBINI DI 4 E 2 ANNI E MIA MOGLIE, QUESTO MIO PROBLEMA RISALE A PRESSAPPOCO UN ANNO FA...INUTILE DIRVI CHE CI SONO STATI OVVIAMENTE OCCASIONI DI CONTAGIO (ASCIUGAMANI, WC, DOCCIA, LETTO, STOVIGLIE, BACI, RAPPORTI SESSUALI ETC...) IN QUESTO LUNGO ARCO DI TEMPO QUINDI I MIEI FAMIGLIARI NON DEVONO FARE CONTROLLI DI NESSUN TIPO PER VEDERE SE SONO STATI CONTAGIATI?? Ho letto su internet ed ovviamente si apre un vaso di pandora, ma sembra poter causare malattie anche pericolose e asintomatiche?! Sono sinceramente un po' preoccupato a riguardo!! Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
il suo medico le ha dato un pò di tutto.
E' anche discutibile l'associazione di un Macrolide (per la precisione un'Azalide) con un Triazolico, ma tant'è!
Se i suoi conviventi stanno bene non devono fare alcun esame e non sono in pericolo di vita.
Tenga i suoi asciugamani personali e il suo accappatoio.
Per quanto riguarda il suo problema ho qualche difficoltà a credere che lo Stafilococco sia realmente causa della sua patologia dermatologica: lo Staphylococcus spp è un ospite abituale della pelle e spesso contamina il tampone.
Più verosimile l'infezione da dermatofiti, cioè la micosi.
Il consiglio: se non vedesse miglioramenti in breve tempo vada da un dermatologo che fa solo il Dermatologo e si faccia vedere.
A presto per gli aggiornamenti, se vorrà.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.