Utente 928XXX
Buonasera,
scrivo per avere un parere medico ad un disurbo che mi sta facendo agitare.
Da circa un paio di mesi mi è ricomparsa quella che chiamano sindrome del colon irritabile, o meglio così mi è stato diagnostica dopo colonscopia negativa nel 2006, gastroscopia con biospia negativa 2006 e controlli dal gastroenterologo nella norma.
Stavo bene da diversi mesi ma mi sono tornati sintomi come dolore quasi sempre fisso alla zona lombo sacrale della schiena, pesantezza alla gambe evacuazione alterata (muco, gas, fatica e sensazione di mancato svuotamento e raramente diarrea).
Ho pensato si trattasse di una riacutizzazione e ho ricominciato una cura con Debridat, fermenti lattici e nel caso Buscopan.
Dopo un paio di settimane i sentomi sembravano attenuati ma mi è comparso un dolore sordo tipo peso pizzichio al testicolo dx, a volte con forti e brevi fitte che si irradiano alla zona lombare.
Oltre al dolore sento sempre la gamba dx indolenzita nella zona alta e dolore alla schiena zona bassa sempre a destra, a volte proprio in un punto specifico come una spada conficcata.
Sono andato dal mio medico, palpazione dei testicoli normale, mi ha fatto fare una ecografia ai testicoli risultata negativa per tutte le indagini.
Il dolore si acutizza momentaneamente al momento della eiaculazione e a volte quando urino.
Ultima constatazione se mi capita di avere gas e di evaderlo il peso al testicolo diminuisce leggermente.

Volevo quindi chiedervi cosa ne pensate, il disturbo al colon può essere legato a quest'ultimo? Oppure no?


Ho fatto una visita urologica e risultato della visita prostata soffice e pastosa, senza noduli di dimensione normale (cosa vuol dire?)
Mi ha prescritto una Spermocultura che ho fatto ecco l'esito:

Microrganismo #0: Escherichia coli (esccol) Carica batt:
.Antibiotics esccol (0)

Amikacina <=2 Sensibile
Ampicillina 2 Sensibile
Ampicillina/sulbacta <=4 Sensibile
Aztreonam <=8 Sensibile
Cefazolina <=8 Sensibile
Cefotaxime <=4 Sensibile
Ceftazidime <=8 Sensibile
Ciprofloxacina <=0.5 Sensibile
ESBL NEG -
Gentamicina <=0.5 Sensibile
Meropenem <=2 Sensibile
Nitrofurantoina <=32 Sensibile
Piperacillina/tazoba <=8 Sensibile
Tobramicina <=0.5 Sensibile
Trimetoprim/Sulfam. <=10 Sensibile
Levofloxacin <=1 Sensibile

La presenza di altre Beta-lattamasi (come AmoC. IRT) può mascherare la produzione di ESBL


In questo momento sto prendendo l'antibiotico consigliato ma dopo 6 giorni sento ancora delle fitte ogni tanto al testicolo, che mi consiglia sono preoccupato.

Ho finito la cura antibiotica con CIPROXIN per 9 giorni, ho atteso 10 giorni e rifatto esami culturali.

La urinocultura rimane negativa mentre la spermiocultura è ancora positiva per Escherichia coli.

E dall' ABG si vede che è diventata resistente a Ciprofloxacina e un altro antibiotico.

Cosa significa che è diventato resistente? Quanti antibiotici dovrò cambiare? Ma in modo particolare da dove arriva questa infezione? Il mio intestino in questo momento è abbastanza regolare.

Come mai ho questa infezione? Da dove arriva? Questi batteri non sono presenti nell'intestino? Visto che ho questi disturbi all'intestino (colon irritabile) cosa significa avere anche questa infezione?

Ho cambiato quindi antibiotico e dopo altri 10 giorni di cura e 10 di attesa ho rifatto esami culturali urine e sperma e risultano entrambi negativi.
Il problema è che il disturbo è ancora presente, pizzichio al testicolo e al canale che collega il pene alla prostata.
Potrebbe trattarsi di una prostatite? E' veramente negativo l'esame oppure è un falso negativo, non so più che fare non capisco se si tratti di un problema al colon (grave o meno) che si ripercuote oppure di un problema solamente all'apparato urinario.

Mi aiuti non so cosa pensare, non vorrei potesse anche darmi problemi di fertilità o che si fosse qualcosa di peggio.

grazie saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro signore la sua problematica sembra andare al di là rispetto ad una semplice infezione urinaria o ad una prostatite, pur proponendo una sintomatologia molto simile. Tuttavia la persistenza di questi fastidi nella zona testicolare, scrotale e perineale lascerebbero pensare più ad una problematica di dolore pelvico cronico, originato da più fattori (tra cui anche una possibile prostatite). Per avere maggiore sicurezza le suggerisco di far visita ad un collega urologo nella sua zona per escludere altri problemi di natura come appunto la prostatite, il varicocele che possono essere in parte responsabili della sintomatologia e poi per inquadrare bene la situazione ed intraprendere una terapia desensibilizzante più specifica per il pavimento pelvico zona molto delicata specie per i soggetti che come lei hanno sofferto o soffrono di problematiche intestinali.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente già dalla visita ( consistenza pastosa della prostata) si evince la presenza di un infiammazione probabilmente causata dall'irregolarità intestinale, faccia la terapia segnatale e tega quanto più probabile l'intestino regolare
[#3] dopo  
Utente 928XXX

Iscritto dal 2006
Buonasera,
mi scusi ma la sua risposta mi ha molto allarmato.
Cosa intendete dire per "sembra andare al di là rispetto ad una semplice infezione urinaria o ad una prostatite" ?

Faccio un veloce punto della situazione.
Da anni sono in cura da gastroenterologo per "colon irritabile" gli esami clinici come colonscopia hanno dato risulatati negativi e io seguo una dieta regolare, fermenti lattici e antispatici nel caso di peggioramento.
Di solito non ho forti irregolarità raramente diarrea e a volte aria e muco.

In questo ultimo mese per esempio sono regolare ma il disturbo al testicolo non cambia.

Lunedì ha in programma una visita urologica, ma la mia domanda è quale nesso c'è tra questi disturbi e l'intestino? Come mai mi sono trovato con questo battere nello sperma? E' realmente stato debellato come dice l'ultimo esame culturale? E allora perchè ho ancora questi disturbi?

Quali altri accertamenti posso fare?

Ma la domanda principale è: pensate che dietro a questi fastidi si possa nascondere qualcosa di "brutto" tumori o altro?

Scusate ma sono abbastanza agitato, capisco la difficoltà del mezzo i comunicazione, ma vi chiedo un consiglio e un parere.

grazie saluti
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
no staia tranquillo che non c'è nessuna patologia grave alle spalle.
l'intestino è anantomicamente attaccato alla prostata, e un irregolarità della flora intestinale può far si che la stessa passi alla prostata
[#5] dopo  
Utente 928XXX

Iscritto dal 2006
Ok grazie, le volevo dire comunque che ho già eseguito ecografia ai testicoli e che non è risultato nessun segno di varicocele, poi mi hanno detto che a destra è molto raro.
Volevo chiederle sarebbe utile magari una coprocultura o esami specifici del sangue come controllo PSA?

grazie
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
alla sua età il psa non serve, gli altri esami invece non sono specifici per la prostata
[#7] dopo  
Utente 928XXX

Iscritto dal 2006
Ok grazie, scusi l'insistenza volevo farle un ultima domanda. Spesso associato a questo disturbo al testicolo ho un dolore alla zona lombare, dolore che di solito mi si manifestava nei momenti di colon sconbussolato.

Come le ho detto però in questo momento l'intestino è regolare e quindi non so come spiegarmi questi sintomi....

Pensa quindi che si il caso di fare una coprocultura?
[#8] dopo  
Utente 928XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno,
le volevo chiedere una cosa che mi preoccupa molto, sempre legato a questi disturbi, in modo particolare penso al colon, ho molto spesso un dolore (sicuramente irradiato) nella zona lombare della schiena in basso.

Il gastroenterologo dopo colonscopia del 2004 e 2006 non avendo trovato nulla e considerando i sintomi mi ha sempre detto che è un dolore legato al colon e al suo "sbagliato" movimento.

Lei cosa ne pensa? In questo periodo mi da particolare fastidio nononstante il mio intestino sia regolare.

Mi dia un consiglio non so più che pensare.

grazie tanto
[#9] dopo  
Utente 928XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno,
volevo darvi un aggiornamento, ieri sono andato dall'urologo che mi ha visitato.
La prostata adesso è piccola e non dolente, rispetto a prima che era gonfia pastosa e dolente, in teoria dovrebbe significare che l'infiammazione è passata o migliorata.

Il disturbo al testicolo permane, mi ha prescritto delle supposte antifiammatorie da prendere per 10 giorni e ripetete spermiocultura.

Io volevo chiedervi un altra cosa, il dolore che spesso mi prende la zona lombare ho notato che mi si presenta in momenti di colon non a posto.
Può essere legato a questo fatto oppure a altro? Eì il caso di ulteriori accertamenti gastroenterologi?

Mi devo preoccupare?
grazie scusate tanto l'insistenza