Utente 428XXX
Salve dottore sono un ragazzo di 27 anni, all'età di due anni fui operato al rene destro a causa di un idronefrosi gigante e oggi il mio rene funziona al 27%. Dal 2015 e fino al mese scorso a causa di un esofagite da reflusso assumevo pariet e nexium oggi invece assumo solo pariet due volte al giorno. da circa un mese però mi è stata diagnosticata una rettocolite ulcerosa e assumo pentacol tre volte al giorno piu clisma pentacol la sera. Arrivo al dunque, volevo sapere se questo medicinale a base di mesalazina può interferire sulla mia funzione renale già abbastanza compromessa. La ringrazio in anticipo. Distinti saluti!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giulio Malmusi
24% attività
20% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
La mesalazina può aggravare un danno renale preesistente, se assunta a dosi elevate e per lunghi periodi di tempo.
Per valutare il suo rischio reale servono però dati precisi:
quanta mesalazina c'è nelle sue compresse di Pentacol? 400 o 800 mg? quanta mesalazina c'è nei suoi applicatori rettali ?
ma soprattutto: qual è il valore della sua creatinina ? della sua funzione renale complessiva? Perchè se il suo rene destro fornisce solo il 27% della sua funzione renale, ma questa complessivamente è normale perchè nel frattempo il rene sinistro è cresciuto di più... non è detto che lei sia a rischio. E in più: nel suo esame urine c'è albuminuria o proteinuria ?
Se mi fa sapere questi dati, si può dare un giudizio un po' preciso, altrimenti si rischia solo, di dare rassicurazioni generiche, o di creare allarmismi inutili .
[#2] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottore grazie per la cortese risposta. Il pentacol che assumo é da 800mg mentre non ho esami recenti neanche delle urine. Potrebbe indicarmi quali fare? La ringrazio ancora
[#3] dopo  
Dr. Giulio Malmusi
24% attività
20% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2011
La dose di 2,4 g al giorno è una dose "normale" e per qualche mese la può fare con tranquillità.
Per gli esami da fare, ne parli col suo medico; gli esami "minimi" sono l'esame delle urine e il dosaggio della creatinina nel sangue; meglio ancora se determina la "Clearance" della creatinina, che richiede anche la raccolta completa dell'urina di un'intera giornata.
Se questi esami sono perfetti, può stare tranquillo; altrimenti merita ripetere un'ecografia dei reni, per conoscerne le misure e la struttura.