Utente 434XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 34 anni ho dolori alla schiena parte bassa e ogni tanto mi si blocca e di notte o dolori alla gamba dx sopra
il ginocchio praticamente ho la sensazione di avere un muscolo addormentato " tipo plastificato" con formicolio,
tante che non riesco a dormire e ne ad andare a lavoro ho difficolta enormi , altre che mi di addormentano le mani,
oggi mi sono ritirato il referto della RM, dopo risonanza magnetica fatta alla colonna vertebrale gli esami dicono:
verticalizzazione della lordosi, metameri regionali simmetrici con aree di conversione midollare adipose,
Ernie intraspongiose di Schmorl delle limitazioni inferiori di L2 e L5
Ridotti spessore ed intensità del discoL5-S1 per fenomeni disidratativi ed accenno a pseudolistesi regionale,
Coesiste accesso a protusione mediana dello stesso disco, con impronta della cauta.

adesso leggendo queste cose mi sento un po' preoccupato non e' che prima non lo era ma ora di piu'.

spero voi mi potete tranquillizzare o dire a cosa potrei andare in contro.

spero in un vostro rassicuramento in merito.

nb. potrei richiedere assegno inv. civile per questo per avere un supporto visto che ho difficolta nel lavoro visto che il mio lavoro è abbastanza faticoso e fisico sono un bracciante agricolo.

grazie Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Prima di pensare all'invalidità è necessario giungere a una diagnosi. Premesso che i formicolii alle mani non hanno nessun rapporto con il rachide lombare, il referto descrive la presenza di una discopatia L5-S1 con protrusione del disco (che potrebbe in teoria essere responsabile dei disturbi alla gamba se questi sono localizzati in una zona compatibile con essa); le ricordo che la RMN non ha nessun significato clinico da sé sola ma acquista rilievo solo quando va a completare la visita specialistica integrandosi con quanto emerso dall'esame clinico. Mostri quindi le immagini della RMN al medico che, dopo averLa visitata, ha ritenuto opportuno prescrivere questo accertamento, perché completi con esse la visita e decida il da farsi. Se è stato il Suo medico curante, deciderà se farsi carico egli stesso di diagnosi e terapia o se inviarLa a visita specialistica presso un ortopedico esperto che affronterà anche il problema del formicolio alle mani.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD
[#2] dopo  
Utente 434XXX

Iscritto dal 2017
Grazie Dott. Donati,
questa mattina ho fatto una visita ortopedica portando con me sia RMN che Rx fatte ed il responso dell'ortopedico dopo visita accurata e' a dir poco rassicurante : lombosciatalgia dx da protrusione discale sottolegamentosa L5-S1, praticamente mi ha ordinato nicetile 500 3 volte al di per dolore - formicolio gamba dx , busto in stoffa con stecche e ciclo di Fkt che ha suo dire non e' che fanno molto in questo caso, oltre a punture antidolorifici.
poi mi ha detto che la disidratazione del disco in questo caso e anche un bene da un punto di vista specialmento dopo che la mia eta' varca i 50 anni,..... ma fino ad allora cosa faro?
inoltre mi ha detto che non devo fare sforzi, lavori pesanti, altrimenti ci sara' una fuoriuscita dell'ernia ( questo problema ha detto che non si risolver' mai ma lo portero' indietro tutta la vita ), ma nel mio caso che faccio un lavoro che richiede uno sforzo enorme con la schiena visto e ripeto che faccio bracciante agricolo....che devo fare non posso piu' lavorare?
poi per quanto riguarda il formicolio alle mani mi ha prescritto una visita particolare chiamata elettromiografia, secondo il dott si tratta di problemi al tunnel carpale che è attribuibile al tipo di lavoro che faccio dopo questa visita con i risultati che usciranno si vedra' e si stabilirà come intervenire per risolvere questa'altro tipo di problema.

Aspetto un suo consiglio dopo questo responso avuto dall'ortopedico.

la ringrazio anticipatamente della sua cortese attenzione
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Qualsiasi patologia discale (discopatia, protrusione discale, ernia del disco) nel tempo può rimanere invariata o peggiorare ma non può in nessun modo sparire e guarire. Se questo è vero per la lesione in sé, va detto invece che i sintomi possono migliorare e i disturbi possono diminuire, perché in parte il corpo si adatta, in parte il tessuto discale si asciuga e quindi diminuisce il suo ingombro e, di conseguenza, anche il suo effetto compressivo sulle strutture nervose. È ovvio che questa situazione condiziona anche il lavoro, che dovrà essere affrontato con alcuni accorgimenti per ridurre i suoi effetti sulla schiena (ma questo andava fatto anche prima che insorgesse il dolore), in modo da poter continuare a lavorare ma con minori sforzi. Per il formicolio alle mani, una volta fatta l'elettromiografia saprà se verrà confermata la sindrome del tunnel carpale e quindi anche se dovrà essere operato. Se assume il nicetile, anche la sindrome del tunnel carpale potrà trarne vantaggio, ma è ancora presto per fare programmi. Una volta fatto l'esame porti il referto all'ortopedico, che potrà cosi tirare le conclusioni e dirle come procedere.
Cordiali saluti