Utente 428XXX
Gentili dottori,

scrivo per avere un parere diretto in merito ad una questione che mi frulla in testa da alcuni giorni.
Da gennaio 2013, e per 4/5 mesi, ho assunto propecia al fine di contrastare l'alopecia androgenetica. Ciò avveniva, ovviamente, sotto controllo del dermatologo. Dati gli scarsi risultati ottenuti con la terapia, dopo alcuni mesi ho interrotto l'assunzione del farmaco su suggerimento del medico.
Dopo un anno circa, ho iniziato a soffrire di prostatite, da cui, nonostante vari esami diagnostici e terapie, non riesco a guarire.
Il mio pensiero allora è caduto sul farmaco in questione. In giro su internet, e anche su questo blog, se ne leggono di tutti i colori sugli effetti collaterali di questo prodotto. Addirittura si parla di sindrome da post finasteride, che addirittura affetta la persone per tutta la vita.
Alcuni affermano, per esperienza diretta, che la finasteride abbia persino prodotto effetti negativi sulla memoria e le capacità cognitive e di concentrazione. Qual è la vostra opinione a riguardo?

Vi ringrazio
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
non dia assolutamente credito a queste bufale mediatiche, la finasteride (di cui propecia contiene 1/5 della dose utilizzata per la terapia dell ipertrofia prostatica) è ottimamente tollerata