Utente 412XXX
Salve, circa 20-25 giorni fa mi sono svegliato al mattino con il dito medio della mano sinistra gonfio all'altezza dell'articolazione tra la falange prossimale e intermedia, senza aver subito traumi. Il gonfiore è localizzato soprattutto verso il lato destro dell'articolazione, non è quasi mai stato caldo al tatto, né "rosso" né doloroso o pulsante. Nessun altro sintomo alla mano.

Il dolore sopraggiunge esclusivamente alla palpazione e verso l'80%/90% del movimento di chiusura a pugno delle dita: tutte le dita toccano il palmo senza problemi, mentre il medio arrivato a quel punto tende a provocare dolore e risultare "bloccato", come se fosse "tirato". Per il resto la mano funziona ottimamente e finché non raggiungo quell'ampiezza di movimento non mi crea alcun tipo di disagio.

Appena sveglio il movimento è più limitato (al posto dell'80%/90% serale, siamo sul 40/50% prima che il dolore si senta).

La radiografia non evidenzia nessuna alterazione ossea; ho quindi fissato un appuntamento con un ortopedico la prossima settimana per ulteriori accertamenti, ma nel frattempo mi piacerebbe sapere a cosa posso andare in contro a grandi linee.

Per alcuni giorni ho spruzzato Dolout Gel senza particolari risultati. Aggiungo anche in questi giorni, per altri motivi, ho effettuato delle analisi del sangue dalle quali non risulta nessun parametro fuori norma, tutto perfettamente nella media.

L'unica cosa, di cui non sono nemmeno sicuro, è che il giorno prima del dolore, come abitudine, sono stato in palestra (stringendo con forza una sbarra e facendo molte ripetizioni con un peso troppo alto potrei essermi infiammato il tendine? E' l'unica cosa che mi viene in mente.)

Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

ritengo che la palestra abbia esercitato un ruolo per le sollecitazioni meccaniche sul dito incriminato.

Probabilmente con il riposo la cosa rientrerà da sola.

Buona domenica.
[#2] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dr. Leccese,

a quanto pare si tratta di tenosinovite, e mi è stato consigliato il trattamento con alcune sedute di laser.

Di solito questo genere di trattamento dà buoni risultati? Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
In genere si, specie se si tratta del laser YAG (molto meglio del laser CO2 in questi casi).