mani  
 
Utente 435XXX

Salve, mi chiamo Gianluigi, ho 18 anni. Da parecchi anni ho un brutto problema alle mani: mi capita sempre, quando da casa, con una temperatura inferiore ai 13 gradi circa, che le mani diventino di un colore tendente al violaceo, diventando fredde. Altre volte, in varie situazioni, tenendo le mani in tasca diventano rosse e la produzione di sudore aumenta parecchio. Le mani si fanno rosse e calde ad esempio a scuola, a casa, o comunque in luoghi in cui sono vestito in maniera tale da non sentire freddo, nè pesante nè troppo leggero. Quando ad esempio scrivo, o faccio qualsiasi cosa con le mani, queste si fanno rosse e piene di sudore. Non so a cosa sia collegata questa cosa, in ogni caso la sensazione di caldo alle mani si fa talmente insopportabile che spesso mi trovo costretto ad alzare le braccia per far defluire il sangue. Spero sappiate dirmi di cosa si tratti. Grazie e buona serata.

[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Con i limiti di una valutazione a distanza,dalla sua descrizione potrebbe trattarsi di una sindrome o fenomeno di Raynaud(affezione vascolare caratterizzata da crisi di vasocostrizione alle dita delle mani dopo esposizione al freddo con conseguente colore bianco e poi violaceo delle stesse e colore rosso per vasodilatazione successiva all'esposizione al calore).
Si rivolga ad un centro di angiologia o chirurgia vascolare per le indagini e le cure del caso.
Saluti