Utente 435XXX
Buongiorno,
tramite TAC polmonare è stato trovato a mio zio (70 anni, ex fumatore in gioventù) un nodulo polmonare, il referto della Tac (con e senza contrasto) si esprime così:
"Al lobo inferiore DX in piani posteriori si evidenza formazione espansiva nodulare solida a margini spiculati del diametro di 2,7 cm circa, raccordata da travata densa alla pleura parietale posteriore e da sottili strie dense alla pleura diaframmatica con incremento dei valori densiometrici in fase di contrasto, compatibile con lesione eteroplastica.
Non altre formazioni espansive nodulari.
No adenomegalie ilo-mediastiniche.
Le scansioni passanti per l'addome superiore e per i reni non evidenziano lesioni espansive od altre anomalie."

Siamo molto preoccupati per quanto trovato sul polmone, la nostra dottoressa di famiglia ha detto di non preoccuparci , ci ha solamente indirizzato verso un pneumologo. Il quadro potrebbe essere sintomatico di un qualche tipo di tumore maligno ?
Grazie per la risposta.
cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
20% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore purtroppo si tratta di una lesione neoplastica e quindi sarebbe il caso di consultare un oncologo ed un chirurgo toracico, per giungere in fretta alla diagnosi istologica, valutare la situazione generale e quindi decidere se operare subito o dopo una chemioterapia preoperatoria. MI tenga informato.
cari saluti
Gerunda
[#2] dopo  
Utente 435XXX

Iscritto dal 2017
Grazie per la risposta. Quindi non serve passare per un Pneumologo ? L'intervento chirurgico visto l'esito della TAC potrebbe essere risolutivo o potrebbero esserci altre complicazioni ?
[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
20% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile signore il tumore sembra avanzato e quindi è necessario a mio parere fare prima della chemioterapia, bisogna che la chemioterapia funzioni riducendo la massa e quindi dopo valutare la possibilità di un intervento chirurgico. Quindi la valutazione è complessa così come rispondere alla sua domanda sulla efficacia definitiva di un intervento chirurgico. In questo caso il pneumologo non è essenziale. Cordiali saluti
Gerunda
[#4] dopo  
Utente 435XXX

Iscritto dal 2017
Gent.le prof.
abbiamo consultato il chirurgo toracico, il quale ci ha riferito che una TAC è troppo poco per fare una diagnosi certa.
10 giorni fa ha fatto fare un broncoscopia fluoroscopica con biopsia ed ora stiamo ancora aspettando la risposta, ma oggi ci ha chiamato l'ospedale dicendoci che avrebbero chiamato lo zio a breve per una PET-TC. Non capiamo se tutto questo silenzio sia dovuto al fatto che la diagnosi sia difficile oppure se ci sia qualcos'altro di brutto.
La ringrazio per l'attenzione.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
20% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile signore il medico ha fatto fare la broncoscopia da cui ci si attende un referto dalla biopsia. La TAC PET serve per evidenziare se la lesione ha caratteri tumorali o no e se per caso sono presenti altre lesioni con le stesse caratteristiche nel corpo.
Sono indagini più che ragionevoli e corrette ed in linea con quanto le avevo detto. Ovvero che era necessario giungere in fretta ad una diagnosi istologica. Il silenzio è legato al tempo che ci si impiega per la lettura della biopsia (generalmente non meno di 10-15 giorni lavorativi). In caso di dubbio si dovrà fare una biopsia diretta sulla lesione se tecnicamente possibile. Il centro di chirurgia toracica di padova (Prof. Federico Rea) è ottimo e se le serve può andare ancher a nome mio.
Cari saluti
Gerunda