Utente 421XXX
Salve , vorrei porvi due domande, sono una donna di 35 anni con due figli, soffro molto di cervicale, sono una persona molto ansiosa, a tal punto che in alcuni periodi anche lunghi della mia vita ho sofferto molto di attacchi di panico, da qui la mia ipocondria, è da Natale che i dolori cervicali non mi lasciano tregua nonostante svariate cure con farmaci antinfiammatori, il mio medico mi ha consigliato un buon osteopata, quello che mi debilita sono le vertigini, senso continuio di sbandamento e tanta tanta rigidità sul collo fin sulla parte superiore delle spalle, sono qui a chiedervi non una diagnosi ma una conferma di quello che dice il mio medico, al di la se sia o no il mio caso e che quindi un medico on line non puo pronunciare diagnosi, mi confermate che davvero l'ansia porta questi sintomi cosi perpetui e duri ai medicinali?
Penso sempre al peggio sono un gatto che si morde la coda perchè più ci penso piu la vertigine permane poi pero non capisco se l'ansia nasce dopo o prima della vertigine, fatto sta che sono debilitanti.... e non mi fanno più viver serena
Vi ringrazio anticipatamente.
A presto...
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le consiglierei in base ai disturbi che descrive di ripostare in area ortopedia con maggiori dettagli su

>> è da Natale che i dolori cervicali non mi lasciano tregua nonostante svariate cure con farmaci antinfiammatori>>

Tanti saluti