Utente 435XXX

Buongiorno ed innanzitutto grazie per la vostra disponibilità ed impegno nel leggere e rispondere alle nostre domande.

Vorrei sottoporvi il mio problema per essere indirizzato verso il giusto percoso e ricevere qualche consiglio.
Ho 41 anni e già da tempo avevo notato che il mio bacino era inclinato verso sinistra, non soffrendo di particolari disturbi ho lasciato correre. Da 1 mesi circa, dopo una passeggiata, mi è sopraggiunto un forte dolore all'altezza della testa del femore dx, che mi impedisce di camminare e dormire sul fianco dx e che tengo a bada solo con antinfiammatori tipo Voltaren.

Ho effettuato rx colonna cervicale, rx colonna in toto s.c. , rx anca dx e sn ed è venuto fuori che: Lieve atteggiamento scoliotico destro-convesso dorsale e modesta roto-scoliosi sinistro-convessa al passaggio dorso-lombare. Verticalizzato il tratto cervicale, accentuata cifosi dorsale e iperlordosi lombare. Iniziale deformazione a cuneo anteriore di D7. Spondilosi cervicale con verticalizzazione del tratto, riduzione dell'ampiezza degli spazi fra C4 e C7. Dismetria del bacino con sollevamento dell'anca destra di 2,5 cm a livello della linea bicotiloidea. Piccola immagine fibrocalcifica in prossimità del ciglio acetabolare destro. Fleboliti pelvici. Conservate le coxo-femorali e le sacro-iliache. Coxa valga destra.

Cosa ne pensate? Io vivo a Terni, qualcuno tra Voi è della mia zona ed è disposto ad iniziare un percorso insieme?

Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Prof. Enrico Pelilli
20% attività
8% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
La dismetria, di per sé, non è causa di dolore e le Rx eseguite non sono in grado di evidenziare l'origine del suo dolore, che potrebbe essere di tipo lombo-cruralgico, coxalgico o pubalgico.
L'esame clinico può sicuramente orientare sul tipo e quindi indirizzare verso un sospetto diagnostico più circoscritto.
Il risultato di tutte le Rx eseguite (perché così tante?) evidenziano un quadro degenerativo dello scheletro, che, ovviamente, non è più quello di un diciottenne, ma non permettono una diagnosi circostanziata.