Utente 228XXX
Gentili Dottori, da circa un mesetto, risento di un dolore/fastidio al cavo ascellare,spalla dx, deltoide, pettorale. Tale dolore sparisce di notte per ripresentarsi trafittivo e urente, al mattino dopo un paio di ore di attività al pc. Il mio medico curante, senza nemmeno visitarmi, mi ha consigliato di prendere una compressa di flexiban prima di dormire. Tuttavia non riscontro particolari miglioramenti. Ho la sensazione di avere un oggetto estraneo nel cavo ascellare, sebbene non sia presente alcun tipo di rigonfiamento né alterazione della cute. A fine giornata, dopo diverse ore al pc, il dolore si acuisce molto. Vi ringrazio per la vostra attenzione e per le ipotesi che potrete fare, nei limiti del consulto a distanza.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Nonostante la sua impeccabile descrizione della sintomatologia purtroppo, è difficile ipotizzare una possibile causa e, di conseguenza, una patologia responsabile.
In questi casi è importante effettuare una visita del Chirurgo della Spalla al fine di espletare tutti i test clinici necessari e, se necessario, ulteriori indagini strumentali per stabilire una diagnosi precisa e, quindi, una terapia precisa per la risoluzione del suo problema.
Auguri
[#2] dopo  
Utente 228XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore, la ringrazio molto per la tempestiva risposta. Forse non ho aggiunto un dettaglio importante, circa 6 anni fa ho riportato la lussazione della spalla dx a seguito di un incidente in moto. Mai curata specificatamente o fatto riabilitazione, tant'è che se faccio delle estroflessioni del braccio, lo stesso tende ad uscire dalla posizione, causandomi dolore atroce (ovviamente non capita quasi mai poiché non lo spingo oltre la soglia del dolore). Ciò che vorrei sapere, se non è troppo disturbo, è sapere se tale status della spalla/braccio possa essere la causa dei dolori che avverto al cavo ascellare e a tutto il lato dx in generale. Ritiene che sia utile una visita dal mio ortopedico? Potrebbe confermare tale ipotesi? Grazie per il suo tempo, sono stato in passato malato di cancro e come potrà comprendere, ogni dolore persistente mi manda in ipocondria. Saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Per quanto da lei precisato, più che mai la invito ad effettuare una consulenza del Chirurgo della Spalla in quanto potrebbe essere una semplice sofferenza del complesso sistema del cingolo scapolo-omerale.
MI tenga informato.
Auguri
[#4] dopo  
Utente 228XXX

Iscritto dal 2011
Dottore salve, mi perdoni se continuo ad importunarla, ho fatto richiesta al mio medico curante per una visita da un chirurgo ortopedico. Purtroppo non posso permettermi una visita privata e lei conosce sicuramente i tempi della sanità in Campania. So che lei è a distanza ma l'attesa è lacerante. Come potrà immaginare, ho letto tutto a riguardo, sicuramente sbagliando e aumentando l'ansia. Volevo, se non creo disturbo, porle altre domande: pur essendo in sovrappeso e pur non riscontrando noduli dolenti al tatto e con la sintomatologia descritta nei post precedenti, potrebbe trattarsi di un linfoma? Se lo fosse, ci sarebbero altri segni o segnali? Non ho mai avuto un giorno di febbricola ma a tarda sera, dopo una giornata al pc avverto un dolore urente e che parte dal cavo ascellare fino a ai muscoli dorsali e al torace, oltre alla sensazione di avere una trave sotto l'ascella (seppur non abbia nulla) e che il braccio pesi un quintale. Il cancro e soprattutto la chemioterapia, mi hanno sconvolto la vita, non passa un giorno che io non ci pensi. Grazie per ciò che potrà fare per me. Spero di sentirla presto. MdF
[#5] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Pur comprendendo la sua preoccupazione purtroppo, nei limiti di un consulto on line, è molto difficile per me poterla rassicurare senza incorre in un errore diagnostico.
Tuttavia, ha tutta la mia solidarietà.