Utente 436XXX
Buonasera,
mia madre, è stata operata per un carcinoma adenoideo cistico di 1,5 cm alla parotide sx (come risulta dall'esame istologico).
Nella descrizione dell'operazione effettuata risulta: "Previa indivuazione e conservazione del VII nervo c., si procede a parotidectomia totale, accurata emostasi, posizionato drenaggio n° 15, medicazione a piatto".
Dall'ecografia fatta poco dopo l'operazione però risulta "Esiti di parotidectomia subtotale a sx con permanenza di una minima quota parenchimale nella porzione più caudale dell'organo della sede di decorso del fascio vascolo-nervoso, senza alcuna alterazione nella loggia parotidea primitiva. Non segni di recidiva locale".
Dopo che mia mamma è stata dimessa è stato chiesto al radioterapista se era il caso di procedere con la radioterapia ma ha espresso parere negativo, basandosi sulle dimensioni del carcinoma e sul fatto che era riportato che era una parotidectomia totale, ma di fatto abbiamo appreso dopo con l'ecografia post operazione, che una parte di parotide è stata lasciata.

Dato che la resezione non è totale e, avendo letto che il carcinoma adenoideo cistico è particolarmente a rischio di recidive e invasione perineurale, volevo sapere se lei ritiene che la radioterapia in questo caso sia indicata.

Grazie
Cordiali saluti
Valentina Logli
[#1] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La radioterapia e' soprattutto indicata in caso di margini stretti o chirurgia non completa e alcuni ritengono che potrebbe essere indicata in quasi tutti gli stadi della malattia, indipendentemente dalle dimensioni proprio per l'alto rischio di recidiva anche in caso di chirurgia completa ma in presenza di fattori di rischio. Quindi, la radioterapia potrebbe anche essere rivalutata anche nel vostro caso, alla luce dei dati che espone, ovviamente dopo aver visto la documentazione nel dettaglio . Ne parli con chi la segue.. o chieda un altro parere ad un altro radio-oncologo o in un altro centro per farsi una idea più estesa o sentire pareri diversi.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 436XXX

Iscritto dal 2017
Tantissime grazie per la risposta,
ma per capire meglio, non essendo io un medico, il caso di mia madre, essendo ancora presente nella parotide "una minima quota parenchimale nella porzione più caudale dell'organo della sede di decorso del fascio vascolo-nervoso", secondo lei può essere considerato come chirurgia non completa? E quindi uno dei casi per cui è particolarmente indicata la radioterapia?
Lei a quanto ho capito la consiglierebbe comunque, anche in caso di escissione completa, nel caso di adenoideo cistico.

Grazie infinite davvero
[#3] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Essendo un argomento molto delicato, necessita di parlarne di persona e con tutti i dettagli alla mano, altrimenti ogni valutazione via blog perde di significato clinico.

Rimango disponibile,
cordialmente