mani  
 
Utente 436XXX
Gentilissimi dottori, sono una ragazza di 25 anni.
Da circa 5 anni soffro di un disturbo che da 3 anni a questa parte è diventato quasi insopportabile. Ho perennemente (non appena la temperatura scende al di sotto dei 17 °C, circa) le estremità del corpo (mani, piedi e testa) eccessivamente congelati. Per poter sopravvivere da novembre ad aprile (sono Siciliana, le temperature sono spesso elevate ma il problema non cambia!!! ) uso una quantità esagerata di indumenti. Guanti e cappello sono il minimo. Dentro e fuori casa. 3/4 paia di collant di lana sotto i vestiti, 3/4 maglioni in paile, per non parlare delle scarpe di 2 misure più grandi per poter mettere 3 paia di calzettoni o di dover dormire con 6 coperte pesanti.
Se non faccio in questo modo, le estremità del corpo congelate mi fanno soffrire, mi viene un forte mal di testa e comincio a tremare, oppure la notte non riesco a dormire. Non posso toccare neanche le persone neanche per sbaglio, le mie mani congelate gli danno molto fastidio. Una cosa strana, però: non ho mai sofferto di mani o piedi bluastre. Il mio problema non è "visibile", solo toccandole ci si può rendere conto. Mi sono abituata a vivere in questo modo, però per favore aiutatemi. Vi ringrazio.
[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Ghizzoni
20% attività
0% attualità
0% socialità
SEDRIANO (MI)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2017
Buonasera.
Dalla descrizione dei sintomi non colgo nessun segno riconducibile ad una patologia. Ti consiglio piuttosto di scegliere indumenti che isolino meglio l'intero corpo dalle basse temperature puntando sulla qualità, più che sul numero. Non mi riferisco solo a cappelli, calze e guanti, ma anche a maglioni, giacche e calzature.