Utente 418XXX
Mi chiamo Cristina e ho 30 anni. Mi piacerebbe raccontarvi la mia storia per potermi confrontare con voi e trovare eventualmente un aiuto. Ho sempre sofferto di candide che ricorrevano ogni 3 anni all'incirca, curate sempre con successo mediante creme locali. Settembre scorso, dopo un rapporto sessuale protetto con un ragazzo conosciuto da poco, comincio ad avvertire fastidi ascrivibili a candida. Il ginecologo mi prescrive diflucan compresse. La cura non sortisce effetto, così mi viene dato meclon crema uso vaginale, e lavande. Sembra passare. Ho di nuovo un rapporto sessuale con la stessa persona, e i fastidi tornano. Faccio un tampone vaginale e il pap test. Il risultato del tampone è gardrenella, quello del pap test hpv positivo. Il ginecologo quindi mi dà compresse di trimonase per gardrenella e mi prescrive la colposcopia, che effettuerò settimana prossima.
La situazione attuale è questa: tantissima secchezza, per lo più esterna, che mi comporta bruciore e prurito. Questi fastidi durante il ciclo mestruale aumentano, anche se uso assorbenti in cotone. Sinceramente non capisco da cosa sia data questa secchezza insopportabile. Non so se possiate aiutarmi, ma ringrazio a prescindere per aver letto la mia storia!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Sono certo che negli approfondimenti presenti in (approfondimenti personali) nel motore di ricerca www.medicitalia.it riuscirà a capire quanto sia necessaria la diagnosi di precisione
Nel frattempo non faccia altre terapie.

Carissimi saluti
Dr LAINO
[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio per la risposta ma sinceramente non credo di aver capito: per risolvere la mia situazione dovrei rivolgermi ad un venereologo?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Sicuramente!
[#4] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Ok! Grazie mille davvero!