feci  
 
Utente 401XXX
Gent.me/mi Dottori, un grazie anticipato per il servizio che arrecate.
Cercherò di fare una brevissima cronostoria anche perchè non ho una storia clinica alle spalle.
Nel Dicembre 2015 dopo essermi sentito male tutta la notte decisi di andare al P.S. nel primo mattino per le verifiche del caso e in quel contesto fui ricoverato e che si riscontrava un' insufficienza tricuspidalica lieve-media e un'insufficienza aortica lieve con l'invito di assumere Aprovel 150 mg (al mattino) e un ecocardiogramma all'anno.
Feci quasi subito un riscontro ecocardiografico nel Maggio 2016 dove mi veniva confermata la diagnosi ma con risposta pacata e senza allarmismi il professionista mi consigliava di proseguire come sopra menzionato.
Ora, Gennaio 2017, da circa 15 giorni, avverto un malessere che si sta amplificando sempre più progressivamente e che cercherò di esporvi in maniera scritta.
Tutto è cominciato con un lieve fastidio al cuore ad intermittenza durante la giornata e che quando mi apprestavo a dormire sentivo il malessere molto più accentuato e che mi risvegliavo alla stessa maniera senza che la notte avesse portato beneficio e il tutto condito da un certo malessere che si manifestava con battiti irregolari e che percepivo anche a riposo con affanno anormale, lieve sudorazione e/o formicolio alle mani, stordimento mentale e con viso pallido e che quando mi sottopongo a sforzi domestici è come se mi arrivasse tanto sangue in testa da stordirmi al punto di andare in confusione cosa che prima del 2015 non ne soffrivo e neanche avrei mai immaginato. Ovviamente, nel percepire questa costante anomalia che mi è piombata sulla vita si associa anche una componente emotiva di riflesso.
Ora queste sensazioni sono una costante che mi imbrigliano per tutta la giornata tant'è che i miei pensieri sono tutti rivolti al primo P.S ma che rimando di volta in volta nella speranza che questo malessere passi.
Faccio presente che non faccio uso di alcolici, droghe e medicinali vari, tranne le sigarette e l'Aprovel.
Cosa mi consigliate?
Grato per la vostra attenzione vi invio affettuosissimi saluti
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
non capisco perché abbia postato questa sua domanda in cardiochirurgia

riassumendo lei é un iperteso che assume una modesta dose di sartano e lamenta un malessere non meglio specificato .
a volte palpitazioni.

il consiglio che le do é , se vuole , di programmare un holter delle 24 ore.
,a se non smett3 e di fumare sa bene che questo é inutile, dal momento che lei é ad elevato rischio di infarto, ictus, morte improvvisa e di cancro.
altro che malesseri

arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio immensamente ora provvederò per l'holter