Utente 432XXX

Salve,

riporto la mia storia e spero vivamente che venga letta con attenzione.
Ho 28 anni e da circa 7 anni sono in cura da un dermatologo per contrastare la caduta dei capelli (alopecia androgenetica anche se ormai non sono sicuro più neanche di quello).
Ovviamente, come a tutti, mi venne consigliata l'assunzione di finasteride e di minoxidil 5%, cosa che ho fatto quasi ininterrottamente per appunto 6-7 anni con risultati eccellenti.

Venendo al punto, negli ultimi due anni mi sono comparsi in successione: dolore allo sterno, herpes zoster sul cuoio capelluto, ragadi anali, lichen al pene, mononucleosi. Sapendo benissimo che sembrano tutti episodi scollegati tra loro, alcuni infettivi (mononucleosi) altri no (zoster), e confortato dai numerosi medici (infettivologo, otorino, dermatologi) dei quali purtroppo ho perso la fiducia che avevo, vado avanti imperterrito nella mia cura all'alopecia.
A Novembre, quindi 3 mesi fa ormai, c'è però una svolta. Mi si scatena una tosse persistente causata da un'importante scolo retronasale, gonfiore delle tonsille (di una in particolare) con strani rigonfiamenti simili a cisti ma non accompagnate da dolore, gonfiore e bruciore degli occhi e, soprattutto, dolori al cuoio capelluto e ai timpani classificati dai medici come probabile nevralgia postvherpetica, visto che ebbi come già detto uno zoster due anni fa proprio in quella zona. Assalito ormai da mille dubbi e preoccupazioni e sfinito dal susseguirsi di problematiche inerenti alla mia salute, decido di sospendere la cura all'allopecia per circa 10 giorni, curandomi nel frattempo lo scolo retronasale con i farmaci prescritti dall'otorino e aspettare eventuali miglioramenti. Bene, dopo circa 5 giorni di sospensione di propecia e minoxidil, lo scolo retronasale si arresta, il gonfiore agli occhi sparisce, le tonsille si normalizzano, il dolore allo sterno che persisteva da anni sembra scomparso, e, la cosa più inaspettata, la nevralgia scompare letteralmente dopo solo un giorno di sospensione.
Io, che ovviamente tengo molto ai miei capelli e di conseguenza alla cura che stavo facendo, in un primo momento penso che la normalizazione sia dovuta agli spray nasali prescritti dall'otorino e dopo già una settimana che i miei problemi sembrano alle spalle decido di fare una prova, ieri sera mi sono dato nuovamente 1 ml di minoxidil (regaine), lo ho lasciato assorbire circa 2 ore, mi sono fatto la doccia e sono andato a letto.
Stamattina mi sveglio di nuovo e incredibilmente con tonsille gonfie, bruciore e gonfiore agli occhi e nevralgia sul cuoio capelluto, gonfiore generale in faccia.

A questo punto il principale indiziato mi pare ovvio che sia il minoxidil. arrivato qui però non so più come andare avanti: provo a cambiare marca di minoxidil? faccio ulteriori accertamenti? Avete mai avuto casi come il mio? Attendo però una vostra valutazione, siete davvero l'ultima speranza.

Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr.ssa Sonia Maria Devillanova
28% attività
20% attualità
16% socialità
SELARGIUS (CA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
La sua storia è abbastanza complessa, nella pratica clinica ho visto molti effetti collaterali, da Minoxidil e anche, soprattutto ultimamente da finasteride. Non dobbiamo mai dimenticarci che si tratta di farmaci, Come approccio generalmente non somministro mai i due farmaci assieme, perché dovendo esserci un effetto collaterale, alla fine non si sa quale dei due è il responsabile. Nel suo caso ritengo che il Minoxidil possa essere responsabile di almeno buona parte degli effetti che lei ha citato. E' un vasodilatatore e l'assorbimento cutaneo c'è eccome, col passare del tempo aumenta la tachicardia e a volte è necessario associare un antiaritmico. Credo che anche la sensazione di edema dei seni nasali e paranasali, sia da imputare al Minoxidil. L'herpes Zoster credo che non sia legato al Minoxidil, ma a distanza l'applicazione di una lozione che comunque bagna la zona di applicazione possa aver creato una nevralgia a frigore, dove aveva in precedenza sviluppato l'herpes.
detto questo è sotto terapia con la Finasteride che a tutt'oggi considero il farmaco di prima scelta nell'uomo, le consiglierei una sospensione del Minoxidil, che andrebbe effettuata in maniera graduale, ma con queste problematiche direi che sarebbe opportuno sospendere e basta.
Cari saluti