Utente 862XXX
Salve, mi presento, mi chiamo Valerio, sono di Palermo ed ho 21 anni.
Andiamo al dunque, i genitori di mio padre sono cugini, e nonostante i noti pericoli che ci sono nell'accoppiamento tra parenti, decisero di farlo comunque e verso i 30 anni mio padre riscontrò questa malattia, la PARAPARESI SPASTICA. Adesso mi chiedo e Vi chiedo, quante possibilità reali e concrete ci sono che anch'io in seguito possa riscontrare questa malattia?
Per il momento non ho avuto nessun sintomo...
Secondo Voi in questo specifico caso è da considerarsi anch'essa ereditaria?
Spero in un Vs cortese cenno di risposta e ringraziondoVi porgo cordiali saluti.
Valerio

P.S. Non cerco rassicurazioni, voglio soltanto capire...
[#1] dopo  
Dr. Gianmaria Benedetti
28% attività
12% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, la sua domanda è legittima, ma per avere una risposta è necessario avere la diagnosi esatta: 'paraparesi spastica' è solo il nome che descrive la paralisi incompleta degli arti inferiori, di tipo spastico, (cioè con accentuazione dei riflessi di allungamento da lesione dei fasci nervosi piramidali) che può avere più cause. Dal nome esatto della malattia, se è stata fatta una diagnosi sicura, si può risalire alle cause e all'eventuale ereditarietà. Ma le persone più adatte a rispondere alla sua domanda dovrebbero essere i neurologi che conoscono e hanno in cura suo padre.
Cordialmente