Utente 899XXX
In passato mi è stata diagnosticata una modesta IPB e collo vescicale poco compiacente, Queste patologie mi causavano una minzione ridotta e occasionali uretriti. L'urologo a ottobre 2007 mi prescrisse xatral10 e Avodart0,5 in breve tempo la minzione è migliorata e non si sono più presentate infiammazioni dell'uretra.
All'inizio del 2008 mi si presenta una raucedine e tosse stizzosa della quale non se ne veniva a capo, fra le varie ricerche a maggio 2008 ho effettuato anche test ematici sulle eventuali allergie/intolleranze ad alimenti e farmaci. L'esame SulfoLEUCOTRIENI CAST (Cellular antigen stimulation test) sull'avaodart diede il seguente risultato:
AVODART: MASSICCIA EMOLISI DELLA SOSP. CELLULAR
Avodart 0.2 mg/ml Risultato (pg/ml) 625,1 ratio 10,3 Differenza (pg/ml) 564,6
Sia il mio medico di base che l'urologo mi dissero di sospendere l'uso del farmaco, cosa che io feci, però dopo un paio di mesi la mia situazione urologica è peggiorata come nel 2007.
A questo punto gradirei sapere a quali rischi vado incontro ad utilizzare tale farmaco e se i rischi sono superiori ai vantaggi di cui potrei beneficiarne sotto l'aspetto urologico.

In attesa di una vostra gradita risposta.
Silvan
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
basta cambiare tipo di molecola per il trattamento della IPB,cosa che senza ombra di dubbio il suo urologo saprà fare
[#2] dopo  
Utente 899XXX

Iscritto dal 2008
ma perchè tutti i medici che interpello eludono la mia domanda? "...a quali rischi vado incontro ad utilizzare tale farmaco".
Forse perche non lo sanno?

[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
semmai mi viene da chiedere per quale motivo ostinarsi con una terapia a cui si è allergici considerato principalmente il fatto che indurre uno stato infiammatorio cronico conseguente ad una ipersensibilità può comportare nel tempo una serie di problematiche all'organismo.
Comunque per informazione,l'ipersensibilità al farmaco è CONTROINDICAZIONE ASSOLUTA alla prescrizione
[#4] dopo  
Utente 899XXX

Iscritto dal 2008
Ma in effetti non mi voglio ostinare ad utilizzare una terapia che se pur mi ha dato dei benefici può presentare dei rischi di altra natura.
Quello che volevo sapere è quanto lei ha scritto nelle sue ultime due righe e di questo la ringrazio.