hiv  
 
Utente 437XXX
Salve dottore, domani mattina devo andare a fare il prelievo per hiv. Assumo la pillola anticoncezionale, integratori e ho un dente del giudizio molto infiammato e penso cariato. Tutte queste cose (specialmente l'infiammazione del dente) possono falsare il risultato del test?
È la prima volta che lo faccio per cui non so come comportarmi o se devo andare a digiuno. Spero tanto nel suo aiuto. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
nessuno dei farmaci che assume interferisce con il risutato del test.
Neanche l'infiammazione che dice di avere in bocca.
Il digiuno non è indispensabile.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 437XXX

Iscritto dal 2017
Dottore la ringrazio per la risposta. Se posso fare una ulteriore domanda, vorrei sapere dopo quanto tempo non sono più infettanti i virus hiv, hbv e hcv e se i contatti indiretti possono essere rischiosi. Non sono riuscita a trovare su internet una risposta precisa. Lo chiedo a lei perché sul bus mi appoggio sempre alle maniglie e qualche volta mi strofino gli occhi la mattina senza pensarci troppo, ma una mattina dopo aver strofinato gli occhi ho trovato sulle mani tracce di sangue (non mio perché mi sono controllata). Per cui capisce che seppure il sangue era fresco da lasciare tracce è stato un contatto indiretto con gli occhi e mediato dalla maniglia alle mani e dalle mani agli occhi....spero potrà rispondere alle mie domande e spero di non disturbarla.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
Lei è l'omologa di un'altra paziente che trova sempre qualche goccia di sangue da qualche parte.
Badi che se continua con domande ossessive, chiederò allo staff di bannare il suo IP e non potrà più inviare richiesta di consulti nè dal suo computer nè dal suo smartphone.
In ogni caso la risposta è questa: STIA TRANQUILLA PERCHE' NON CORRE ALCUN RISCHIO CONCRETO.
Saluti Cordiali,
Dott. Caldarola.