Utente 420XXX
Buon giorno;
Scrivo a tutti voi nella speranza che qualcuno mi possa dare la risposta che cerco.
Io ho un problema di deviazione mandibolare, la parte sinistra è cresciuta di più della destra.
Premetto che non è un problema funzionale, in quanto i miei denti (dopo 2 anni e mezzo di apparecchio) sono perfettamente allineati e nella giusta posizione, e non ho alcun dolore, ne difficoltà masticatoria; è solo per una questione estetica, che terrei molto a risolvere (quindi l'assicurazione non copre l'intervento).
So già che il problema è di tipo osseo e che si può correggere solo mediante intervento chirurgico (ad entrambi i mascellari, superiore ed inferiore), e so già abbastanza bene come si svolgerà l'intervento(se mai ci sarà).
La domanda alla quale non trovo risposta è la seguente: L'operazione chirurgica per riportare il volto in simmetria quanto verrà (all'incirca) a costare?
Vi faccio presente che in quanto i miei denti sono già nel corretto posizionamento, da quello che mi è stato detto, non necessiterei di mettere l'apparecchio e quindi i costi di questo non ci sono. Io chiedo gentilmente, se qualcuno di voi mi riuscisse a dare un idea del costo totale (senza ovviamente la considerazione dell'apparecchio) dell'intervento.
So che è difficile dare una cifra senza prima vedere il caso specifico, ma vi chiedo l'immenso favore di darmi un idea del costo(considerando che ho intenzione di rivolgermi ad un chirurgo privato).
Vi ringrazio per l'attenzione datami fin qui;

Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve ,personalmente puntualizzerei più i problemi legati alla malocclusione ,soprattutto funzionali,e metterei da parte un
attimo chirurgia e costo.Innanzitutto va fatta una diagnosi se la mandibola e' deviata funzionalmente o strutturalmente,cioè se ci troviamo di fronte ad una laterognazia vera oppure no,o se trattasi di una ipercondilia o altro.
A volte la deviazione può essere legata ad una malocclusione di
3a classe con mandibola prognatica e mascellare contratto nei suoi diametri.
In tale evenienza,se vi è un morso crociato,la mandibola devia
funzionalmente per poter masticare meglio,ma poi se la postura non la si corregge,la deviazione diventa stabile ,con un accrescimento di una emimandibola maggiore rispetto alla controlaterale.
Tale evenienza si associa di solito ad un'alterata cinematica mandibolare con disfunzione temporo mandibolare,la cui estensione e ' un Disturbo -Cranio-Cervico-Mandibolare
( cefalea,cervicalgie,dorso-lombalgie,problemi posturali).
Allora il primo approccio e ' quello di effettuare una visita GNATOLOGICA per valutare la deviazione/asimmetria mandibolare,
la funzione della mandibola,la presenza di sintomi disfunzionali alle ATM ed impostare una terapia riabilitativa.
Successivamente si potrà passare all'eventuale trattamento
combinato chirurgico-ortodontico,ma se non correggiamo la funzione
e pensiamo solo all'estetica,potremmo andare incontro a problemi
futuri non sempre risolvibili.
Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Michele Romano
20% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Gentilissimo utente
Prima di pensare al costo dell'intervento chirurgico, bisogna chiarire qual è l'intervento chirurgico necessario per la risoluzione della sua asimmetria.
Le cose da fare sono sicuramente:
- scintigrafia dei condili mandibolari: per valutare l'eventuale ipercaptazione di uno dei due centri di crescita (nel suo caso probabilmente il sinistro)
- TC conebeam del cranio completo
Con questi esami radiografici deve effettuare una visita dal chirurgo maxillofacciale per valutare se l'intervento può consistere in un'osteotomia bimascellare, se bisogna associare una mentoplastica, o il lipofilling per simmetrizzare gli angoli mandibolari a fine intervento, o magari una condilectomia per un'eventuale ipercaptazione asimmetrica dei centri di crescita.
Tutte queste variabili vanno decise sulla base dei due esami che le ho scritto e soprattutto di un attento esame clinico.
Solo così il chirurgo può proporle quale intervento dovrà fare e quindi potrà grossomodo sapere quando le costerebbe farlo privatamente.
Ha notato se la sua asimmetria è stabile? O è peggiorata nell'ultimo periodo?

Distinti saluti

Michele Romano
[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"ho un problema di deviazione mandibolare, la parte sinistra è cresciuta di più della destra.
Premetto che non è un problema funzionale, in quanto i miei denti (dopo 2 anni e mezzo di apparecchio) sono perfettamente allineati e nella giusta posizione".

Se non c'era problema funzionale la mandibola non cresceva asimmetrica.
Potrebbe essereche non ci sia più il problema funzionale dopo l'apparecchio, ma possiamo affermare con sicurezza che almeno c'è stato in passato.

Che non vada tutto bene dal punto di vista funzione della mandibola, un dato mi induce a sospettarlo: l'asimmetria ossea, con un lato della mandibola cresciuto più della destra.
Succede tipicamente quandola funzione non è corretta o vi sono (o vi sono stati) dei cross nei denti (scavalcamenti fra le arcate), oppure ancora quando vi è una masticazione monolaterale; in tal caso si modifica anche la forma di uno dei condili.
Ripristinando la corretta funzione si assisterà ad un rimodellamento della forma dei condili, sopratutto in età giovanile.






"i miei denti sono già nel corretto posizionamento, da quello che mi è stato detto"

Potrei non essere daccordo.
E tenga comunque conto che l'apparecchio non corregge la FUNZIONE (movimento, dinamica), ma solo la POSIZIONE (statica, estetica) dei denti.
Le due cose possono essere in relazione fra loro, ma molto spesso, veramente molto spesso non sono in relazione.

Uno gnatologo potrà capire se vi è una disfunzione, anche non rilevabile (per ora) clinicamente.
Anche noi gnatologi facciamo prevenzione.

Se invece, dopo una attenta valutazione gnatologica (GNATOLOGICA, non ortodontica: non è la stessa cosa) emergerà che è esclusivamente un fattore estetico e non funzionale, potrà intraprendere il percorso diagnostico suggerito dal chirurgo dr. Michele Romano, in vista di un eventuale intervento; per una valutazione gnatologica sono però esami completamente inutili e dannosi per la salute, sopratutto la scintigrafia.
[#4] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Ringrazio per le risposte datemi sino ad ora.
Tuttavia, lo so che sono testardo però per favore chiaritemi questo: Quanto può costare un'operazione per riallineare la linea dentale lungo l'asse orizzontale, e quindi intervenire sul mascellare superiore, e per centrare i denti nell'asse di simmetria del volto, quindi ruotando (durante l'operazione) mascellare superiore ed inferiore, e infine, se dovesse scoprirsi necessario non ostante la rotazione dei mascellari, anche un centramento del mento , quindi spostare la punta del mento tramite chirurgia.
Per favore, a prescindere che sia il mio caso o meno, rispondete quanto un medico privato possa chiedere per un intervento come questo (escludendo prezzo apparecchio).
Mi scuso per l'insistenza ma se mi risponderete mi darete un grosso sollievo.
PS: Riguardo quello che ha detto il Dr. Formentelli, non credo, per quanto ne possa sapere io, che sia stato un ex o magari ancora presente problema funzionale a provocare il mio difetto, perchè questa assimentria ce l'ho sempre avuta fin da appena nato (in una foto che ho di me di quando avevo 7 mesi di vita si vede chiaramente che questo difetto è già presente, dei sette mesi precedenti però non ne ho le prove...)
[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Veda se tramite il SSN può accedere a prestazioni richieste
come la sua,purchè si tratti di riabilitazioni funzionali e
NON DI ESTETICA. Basta recarsi con l'impegnativa del medico curante presso la Clinica Odontoiatrica o il Reparto di Chirurgia Maxillo-Facciale dell'Ospedale.
In genere le asimmetrie scheletriche" CON PROBLEMI DI MASTICAZIONE",rientrano nella tipologia di prestazioni concesse.
In alternativa ,consulti chi ritiene più opportuno,tenendo
presente le consulenze già ricevute.
Cordialità
[#6] dopo  
Dr. Pasquale Frisina
16% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
La correzione ossea chirurgica potrebbe non essere risolutiva . I tessuti molli Cute , tessuto adiposo potrebbero non seguire la nuova posizione delle basi ossee. Il ripristino del volume facciale e dell' asimmetrica potrebbe avvalersi anche di un innesto facciale di grasso arricchito, successivamente alla chirurgia delle basi ossee. Dr.Pasquale Frisina