Utente 391XXX

Buona sera, vivo a Londra e venerdì scorso il mio vicino di casa, mai incontrato, è deceduto. È stato trovato dal 118. Le cause sono ancora ignote. Pare che avesse tosse e vomito da un paio di giorni.

Ieri il suo coinquilino è stato a casa nostra, io non ero presente, ma altre persone della casa sì. Sono consapevole di essere ipocondriaca, ma ho paura che il povero ragazzo potesse avere la meningite.

Ora mi chiedo: "il 118 avrebbe già verificato la cosa e avvertito tutti per la profilassi?"

Grazie per la pazienza e la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Salve,
non conosco l'efficienza della Sanità Britannica.
Ma dubito che se il poveraccio sia morto per Meningite Meningococcica i contatti non siano stati allertati per assumere la banale profilassi antibiotica.
Lei non ha avuto contatto diretto con il Paziente deceduto: quindi il suo rischio di contagio si può quantificare come estremamente basso, e ribadisco, sempre che la morte sia stata determinata dal Meningococco.
Sono notizie che deve chiedere all'autorità sanitaria: perchè non violano la privacy ma tutelano e i contatti e circoscrivono il focolaio.
Altro non posso dirle.
Mi faccia poi sapere, se vuole.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore,
La ringrazio per la celere risposta.
I paramedici parlavano di problemi cardiaci o aneurisma, dicendo anche che vi è una certa predisposizione tra le etnie asiatiche (il ragazzo era cinese). Io sono una persona ipocondriaca e pur non essendoci stato nessuno a nominare la "meningite" i miei voli pindarici mi hanno portata a questa paranoia.
Grazie ancora.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Francamente l'ipotesi aneurisma o morte aritmica è venuta anche a me.
Sarà solo l'autopsia a chiarire le cause del decesso.
Si dia a voli pindarici più poetici e meno ipocondriaci: magari diventerà una affermata poetessa Italo - Inglese.
:-)
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
In effetti sarebbe anche l'attività che mi riesce meglio. La ringrazio molto per la cordialità e simpatia.
Un saluto!
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Ricambio!
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno,
Alla fine i miei voli non erano tanto pindarici e sono atterrati sulla diagnosi: il ragazzo è morto di meningite!
Il suo coinquilino è stato sottoposto a test ed è risultato negatIvo. Anche la fidanzata del ragazzo morto è risultata negativa, ma le hanno dato l'antibiotico, poiché gli aveva praticato la respirazione bocca a bocca.
Il coinquilino è stato a casa mia per un paio d'ore domenica scorsa.
Vorrei chiederle...il fatto che sia risultato negativo al test significa anche che non è né contagioso nè portatore sano?
Ho chiamato le autorità sanitarie. Mi hanno detto che per noi non è previsto nessun esame, nemmeno a pagamento. Io però ho tanta, tantissima paura!
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Signorina,
se il coinquilino del deceduto era ed è negativo al tampone per il meningococco non è possibile che le abbia contagiato nulla.
Per cui in lei la profilassi antibiotica non è indicata.
Capisco che l'atterraggio dal volo pindarico sia stato spiacevole, e mi dispiace per il ragazzo deceduto, ma veda di non imbarcarsi in altri voli.
E' in Inghilterra non in un paesino africano....
Si tranquillizzi.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 391XXX

Iscritto dal 2015
Caro dottore,
Lei è davvero una persone gentile e anche simpatica.
La ringrazio di cuore...sto vivendo un periodo di stress per motivi diversi e tendo ad esponenziare situazioni che già normalmente rendere giganti.

Forse dovrei più che altro seguire una terapia psicologica...inizio a temere ciò che molti mi dicono che ho: la paranoia!

Un saluto!
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
ahahahaha
le auguro una più banale nevrosi....la Paranoia stricto sensu è patologia psichiatrica grave.
Suvvia, stia tranquilla e passi una buona domenica.
Quando si è lontani dalle proprie radici, a volte ci si sente sperduti.
Lo so bene.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.