Utente 437XXX
Mi scuso se posto in un area non idonea ma il sistema non mi faceva inviare la domanda nelle aree specifiche. Vorrei comunque fare il quesito, ho 28 anni e mi hanno diagnosticato una Vasculite leucocitoclastica benigna transitoria. Nutro dubbi su questa diagnosi poiché tutte le analisi fatte sono negative, solo leggera positiva agli ana, ma soffro di hascimoto quindi potrebbero essere x quello. Non ho sintomi alcuni solo lieve li vedo reticularis alle gambe e comparsa costante di piccole macchie, Lividni indolori che vanno e vengono specie al freddo e con gli sforzi e i fans. Mi hanno detto che questo è l’andamento della malattia che è autolimitantesi. Ldh VES e pcr normali, sulla coagulazione pt ptt fibrinogeno antitrombina proteine c s normali. Emocromo e piastrine normali. Non so se continuare a approfondire con la coagulazione o credere in questa diagnosi fatta da un ematologo che ha semplice,ente visionato tutte le innumerevoli analisi svolte
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve!
La vasculite Leucocitoclastica, così chiamata per la frammentazione nei piccoli vasi dei neutrolfili, è caratterizzata da un quadro cutaneo caratteristico che può o meno accompagnarsi a risentimento generale come febbre, dolori addominali, atralgie e mialgie.
A volte il paziente si sente benissimo e va dal medico solo per le petecchie che insorgono prevalentemente alle gambe.
Normalmente non si riesce ad individuare la causa scatenante e caratteristicamente gli esami di laboratorio sono del tutto normali.
Il decorso è caratterizzato da un progressivo riassorbimento delle petecchie senza esiti d'organo.
I cortisonici sono indicati solo in casi molto severi o complicati.
Questo il quadro della malattia: se poi lei debba credere o no all'ematologo non glielo posso certo dire io che non ho idea delle sue lesioni cutanee.
Se è in dubbio nulla osta a chiedere un secondo parere.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
437918

dal 2017
Grazie dottore, le lesioni si presentano come piccole ecchimosi rosso violacee il primo gg poi nere il secondo è poi dopo Max 4 gg spariscono....io non ho sintomi di alcun genere per questo avevo dubbi....in quanto ho letto sul web che nelle s
Vasculiti c'è sempre VES e pcr alta e dolori o Febbre, ma dato che anche lei dice che può essere asintomatica credo che sia così. Le ecchimosi che compaiono sono comunque poche e inoltre appaiono specie a seguito di esposizione a brusche temperature, sforzi particolari e assunzione di fans. Volevo sapere se è possibile fare pilates o questo può peggiorare l'infiammazione dei vasi
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Per il momento faccia risolvere la vasculite.
Poi potrà fare sport.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
437918

dal 2017
Quindi mi pare di capire che sebbene asintomatica questa patologia comporta comunque dei rischi. Lei ritiene opportuno indagare anche sullo stato degli organi interni? Tipo rene, cuore ecc
[#5] dopo  
437918

dal 2017
Comunque grazie tante della gentilezza e professionalità
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Se si tratta di una Vasculite Leucocitoclastica faccia solo un tampone faringeo per la ricerca dello Streptococco beta Emolitico A. Se negativo non indaghi altro.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#7] dopo  
437918

dal 2017
Gentilissimo domani provvederò a fare il tampone, mi meraviglio di come mai nessuno tra i tanti medici consultati mi abbia mai detto di farlo. Il fatto che mi destabilizza e' che non ho in mano una diagnosi ma solo tante indagini p, tante visite, a volte discorsi tra loro. Tra l'altro un altro ematologo consultato mi aveva detto che la diagnosi di Vasculite leucocitoclastica benigna è troppo roboante e che lui parlerebbe semplicemente di fragilità vasale...così come anche un altro medico mi ha detto che sono capillari fragili di assumere aminaftone, cosa che faccio da 3 mesi ma le ecchimosi compaiono ugualmente. Mi scusi lo sfogo ma da 4 mesi e più non trovare un nome a tutto questo è per me destabilizzante e quest'ansia si sta ripercuotendo sulla qualità della mia giovane vita così non dovrebbe essere
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Beh, la capisco.
Ma non posso aiutarla più di quanto ho fatto.
Io ho gli esami che mi ha postato. Quello che lei mi ha riferito. Una diagnosi detta o scritta.
Non posso valutare lei clinicamente e questo è un grande limite.
La posso indirizzare e mi pare che dagli elementi che lei fornisce la diagnosi sia plausibile.
Le diagnosi non sono "roboanti" o silenziose: sono giuste o sbagliate.
Se ha dubbi non li può risolvere con MI+ ma recandosi da un Reumatologo in "carne, ossa e con un buon cervello attivo.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#9] dopo  
437918

dal 2017
la ringrazio ancora e aggiungo un'ultima cosa, Gentilissimo Dottore, ma non è che le ecchimosi potrebbero essere effetti collaterali all'assunzione di un ssri cioè elopram, che prendo da 3 anni,? Anche se prima d'ora non era accaduto...mi sono ricordata che purtroppo non ho riferito questa all'ematologo per dimenticanza
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Ma no.
Anche se francamente non mi pare che l'Elopram stia sortendo benefici cospicui relativamente al suo disturbo ansioso.....
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#11] dopo  
437918

dal 2017
No infatti ma prima li sortiva, purtroppo quando si è in situazioni come la mia sfido a non essere ansiosi ....grazie comunque