Utente 112XXX
Come si risolve la sindrome di Peyronie o curvatura del pene?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
problema non facile da risolvere. Impossibile se non si reca ad immediato controllo clinico Andrologico.
Come spesso ripeto, spenga per un pò il collegamento ad Internet. Il Suo è un problema reale che va affrontato bene e subito. A Torino esiste un Centro di Eccellenza Andrologico rinomato in tutta Italia.
Coraggio.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
gentile utente, come le è già stato correttamente consigliato si rechi da un Urologo o Andrologo in tempi rapidi. L'evoluzione della malattia di Peyronie purtroppo dipende molto dalla tempestività di intervento. A maggior ragione in un ragazzo giovane come lei non va perso del tempo.

Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2006
Ma io è da un po di anni che ho una curvatura verso sinistra...è proprio impossibile da risolvere?In che ospedale è il rinomato centro di andrologia?
[#4] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Buongiorno, è molto probabile allora che, vista l'età e l'incurvamento presente da anni, si tratti incurvamento congenito e non di malattia di Peyronie. Se fosse così deve, in ogni caso, farsi vedere da un Andrologo per valutare obiettivamente l'entità dell'incurvamento e decidere per un eventuale correzione chirurgica.

Un saluto
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Università di Torino, Urologia e Chirurgia Andrologica, Ospedale San giovanni Battista "Le Molinette".
Auguri affettuosi e cordiali saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2006
Non vorrei dire una stupidagine ma non è possiblile che sia dovuto all'utilizzo di boxer troppo aderenti anche durante la notte?E poi volevo chiedere se l'intervento chirurgico porta a delle complicanze o a delle "riduzioni" conseguenziali...grazie per la vostra disponibilità!
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
i boxer, le mutande, gli slip, i sospensori, pantaloni etc etc non c'entrano nulla.
La riduzione, inevitabile, della lunghezza del pene, dipende da troppi fattori costituzionali, clinici e strumentali per poterla prevedere via e-mail.
Auguri affettuosi.
Prof. Giovanni MARTINO
[#8] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2006
No...ma io non parlavo di riduzione ma di curvatura.....
[#9] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non ho compreso la Sua domanda... Ovviamente la curvatura scompare, se no che si opera a fare?
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#10] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2006
Mi scusi...mi sono spiegato male....per il fatto della curvatura, è probabile che è determinata dall'utilizzo di boxer troppo stretti e avendo un'erezione forzata verso sinistra da molti anni ha preso quella direzione?E sul fatto della riduzione ,si può verificare a causa dell'intervento? Oltretutto è un'operazione dolorosa e duratura? Scusi per le troppe domande....e per il disturbo...grazie....
[#11] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
senza "vedere" quello di cui stiamo parlando è veramente difficile essere chiari.
Le mutande, i boxer, gli slip, i sospensori etc etc...non c'entrano niente.
Se vi è indicazione all'intervento, perchè sia chiaro che questo noi non lo sappiamo ma lo stiamo solo supponendo io e Lei chiacchierando qui nel Forum, il risultato sarà la correzione definitiva della curvatura, con riduzione variabile da caso a caso della lunghezza del pene. Si tratta di un intervento serio e delicato. I fastidi ed il dolore post-operatori sono facilmente controllabili con le terapie farmacologiche.
Vorrei cogliere l'occassione per dire a Lei e a tutti coloro che leggessero questa risposta che quando ci scrivete nel Forum non disturbate affatto. E per quanto mi riguarda non disturbate affatto nemmeno se scrivete nella mia casella postale di Medicitalia. Siamo qui per nostra scelta. Forse, mi direte, non è sempre possibile ottenere risposte rapide ai quesiti, ma non è nemmeno semplice trovare il tempo per dare risposte sensate e degne di questo nome.
Auguri affettuosi per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#12] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2006
Grazie mille...è stato molto disponibile e cordiale...la ringrazio...saluti!
[#13] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2006
Ah...volevo chiederle se ha magari un indirizzo e-mail così magari le allego una foto così da darmi un consiglio più approfondito? Comunque io quando ho delle erezioni non provo dolore...ho una partner e abbiamo dei rapporti sessuali che non ci causano assolutamente problemi...grazie mille....salve...
[#14] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
l'indirizzo e-mail di tutti noi che siamo presenti nel Forum è sempre lo stesso: giovanni.martino@medicitalia.it
Un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO