Utente 215XXX
Buongiorno. Sono stato operato a 39 anni di stapedectomia ad entrambi gli orecchi a seguito di otosclerosi. Dopo l'operazione ho recuperato un buon livello uditivo ma purtroppo negli ultimi anni tale capacità è andata gradualmente peggiorando ed ora che ho 69 anni avverto parecchi problemi nei rapporti sociali e l'esame audiometrico ha confermato un'accentuata ipoacusia. Ho consultato un esperto otorino per verificare se era possibile/opportuno rioperarmi. L'esperto ha escluso tale possibilità affermando che è assolutamente inutile un nuovo intervento e che perciò devo portare gli apparecchi acustici. Vi prego farmi sapere se esistono possibili alternative agli apparecchi acustici o se invece confermate la diagnosi dell'esperto otorino.
Grazie in anticipo per la risposta
[#1] dopo  
Dr. Gianni Gitti
32% attività
8% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buonasera,
da quanto dice temo che il suo calo uditivo sia adesso attribuibile non soltanto all'otosclerosi ma anche ad un invecchiamento dell'apparato uditivo come succede nei casi di presbiacusia.
A tal proposito dia un'occhiata a questa pagina:

http://www.icare-cro.com/presbiacusia.html

Quando il calo uditivo non dipende dall'amplificazione del suono (come nel caso dell'otosclerosi) ma dalla capacità intrinseca dell'orecchio di udire, la soluzione migliore sono senza dubbio gli apparecchi poichè non esistono interventi in grado di ripristinare lo stato uditivo precedente.

Può esserle utile consultare anche questa pagina:

http://www.icare-cro.com/otosclerosi.html

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la pronta risposta e per la completezza degli articoli allegati. Cordialmente